Oggi è 21/10/2021, 16:06



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 37 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Restauro Beretta S56E
MessaggioInviato: 19/09/2021, 18:19 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2021, 9:29
Messaggi: 22
Regione: lombardia
Ciao a tutti,

come promesso nella mia presentazione, ho iniziato il restauro dei miei fucili, in particolare sono partito da un Beretta S6E del '63 regalatomi.
Ha tutti i segni dell'incuria del cacciatore disattento e poco curante del proprio fucile. Viste le condizioni e gli anni, credo non abbia fatto molti incontri fortunati nel tempo.

Il fucile presenta fondamentalmente danni ai legni, che sono i primi a cui ho iniziato a metter mano. Ci sarà da dare una rinfrescata anche alla bascula che si presenta un po' opaca e con qualche graffietto, senza contare una buona manutenzione alla meccanica che mi pare un po' incrostata. Ci sarà anche da rifare qualche brunitura a dettagli della bascula e alle canne...sicuramente a freddo : Chessygrin :

Tornando ai legni, ecco come si presentavano prima di iniziare...

Allegato:
1.JPG
1.JPG [ 51.62 KiB | Osservato 586 volte ]


Allegato:
2.JPG
2.JPG [ 79.4 KiB | Osservato 586 volte ]


Allegato:
3.JPG
3.JPG [ 68.43 KiB | Osservato 586 volte ]


Allegato:
4.JPG
4.JPG [ 45.33 KiB | Osservato 586 volte ]


Sono partito subito con la sverniciatura. Dopo tre sessioni di sverniciatore gel, continuava a buttar fuori vernice/olio, ecco come si presentava il calcio (non parlerò molto dell'astina perchè non era messa così male):

Allegato:
5.JPG
5.JPG [ 94.69 KiB | Osservato 586 volte ]


Allegato:
6.JPG
6.JPG [ 86.42 KiB | Osservato 586 volte ]


Se vi state chiedendo perchè ho coperto le zigrinature, la risposta è facile, le zigrinature sono abbastanza consumate (e con qualche segno) e siccome non ho intenzione di metterci mano perchè non ne sono in grado, le ho protette per tutta la fase di carteggiatura successiva, evitando di spianarle definitivamente.

Ho cercato di "stirare" le botte più profonde e ho poi eseguito la carteggiatura con diversi step di granulometria, 180, 320, 500 e lana di acciaio 0000 in quantità. Un paio di scalfitture troppo profonde sono state stuccate con la stessa polvere della carteggiatura e portate in piano.
Per essere un profano di calciature, ma non di lavori in legno, mi ritengo più che soddisfatto del risultato finale..

Allegato:
7.JPG
7.JPG [ 44.87 KiB | Osservato 586 volte ]


Allegato:
8.JPG
8.JPG [ 65.04 KiB | Osservato 586 volte ]


Ora partirò con la finitura che avverrà con sola applicazione di tru oil.
Vi aggiorno tra un tot di mani...non so quante...non ho ancora deciso l'effetto finale.

Se avete consigli/commenti, ben vengano

A presto


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro Beretta S56E
MessaggioInviato: 22/09/2021, 16:51 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/10/2010, 18:07
Messaggi: 10250
Località: Ducato di Lucca
Regione: Toscana
Mi sembri bravo.

_________________
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
Immagine

"Scrivo i pipponi perché so le cose" cit. Lungo Fucile detto "il modesto", 26.03.2015.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro Beretta S56E
MessaggioInviato: 23/09/2021, 12:48 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2021, 9:29
Messaggi: 22
Regione: lombardia
Ike ha scritto:
Mi sembri bravo.


Grazie mille per il complimento Ike, sono molto contento, soprattutto perché detto da te : Chessygrin :

Aspetterei comunque a dire bravo, forse è meglio aspettare il termine della finitura.

Poi c'è tutta la parte di rimozione graffietti/lucidatura bascula e ritocchi bruniture che non so bene come fare.
A proposito, c'è qualche marca di brunitore a freddo che può essere considerata meglio di altre?

Sebbene ci sono pochi punti da ritoccare delle canne, è possibile applicare una passata di brunitore su tutte le canne? Ma soprattutto, è possibile farlo sulla brunitura già esistente o bisogna prima rimuovere il vecchio trattamento?

Grazie!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro Beretta S56E
MessaggioInviato: 23/09/2021, 16:42 
Non connesso

Iscritto il: 11/01/2015, 23:34
Messaggi: 2549
Regione: Toscana
La brunitura serve a proteggere dall'ossidazione, il brunitore "dovrebbe" ossidare la superficie nuda, solo la superficie senza penetrare nel materiale purtroppo. Non credo possa interagire con una superficie già brunita, se lo facesse il risultato probabilmente sarebbe differente tra la parte brunita e quella sbrunita. Potrebbe anche danneggiare la vecchia brunitura, chi lo sa? Io proverei in una piccola area nascosta, sotto l'astina magari, per vedere che succede. Ma in generale i brunitori a freddo li vedo meglio per piccoli ritocchi, per quanto si possa sgrassare bene il pezzo non viene proprio omogeneo (almeno, non a me)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro Beretta S56E
MessaggioInviato: 26/09/2021, 16:23 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2021, 9:29
Messaggi: 22
Regione: lombardia
Grazie per la risposta Giù. Danneggiare la brunitura esistente direi proprio di no, al massimo potrebbe non far nulla. Il timore più grosso infatti è che mi pare di capire che questi brunitori a freddo tendono a lasciare un effetto opaco/satinato e quindi, se non agiscono sulla precedente brunitura (lucida), avrei sì un bel maculato.
Vabbè, ci penserò, potrei anche lasciare così, non sono poi messe così male. Vi farò foto per commenti o suggerimenti per un makeup leggero.

Nel frattempo continuo con la finitura legni. A giorni dovrei aver finito...una decina di mani circa.
Volevo portarmi avanti con il calciolo, anch'esso conciato per la solita incuria in questo modo...

Allegato:
calciolo.JPG
calciolo.JPG [ 172.27 KiB | Osservato 453 volte ]


Sembra che le zigrinature/incisioni siano piene di terra secca...ma di tipo primordiale...non riesco a farla venir via con nulla...provato con spazzola, acqua, compreso ammollo per un giorno intero, sapone, WD40, petrolio bianco...niente di niente! HELP!
L'unica alternativa è comprarne uno nuovo ma vorrei evitare, non tanto per il costo quanto per non perdere l'originale.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro Beretta S56E
MessaggioInviato: 26/09/2021, 17:36 
Non connesso

Iscritto il: 09/06/2014, 10:36
Messaggi: 204
Località: Cagliari
Regione: sardegna
Di che materiale è fatta, sembra bachelite...
Io proverei con uno sgrassante tipo il fulcron.. poi una lucida ta con la mola in panno ed un leggero abrasivo o in alternativa un polish per carrozzeria...
Se proprio è malandata o la sostituisci o la vernici nel caso procedi con sgrassante anti silicone primer colore e trasparente satinato... Ma se non utilizzi quel materiale per altri lavori non so quanto sia conveniente..


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro Beretta S56E
MessaggioInviato: 26/09/2021, 20:41 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2021, 9:29
Messaggi: 22
Regione: lombardia
Credo sia bachelite. Se non lo è, è plasticaccia dura.
Il fulcron lo usavo per sgrassare la moto. Qui non c'è grasso e non so quanto possa essere più efficace di wd40 e petrolio bianco.

L'idea della riverniciatura non è male ma non so quanto riuscirei a tirarne fuori qualcosa di decente.

Per ora ho deciso di investire un po' di pazienza certosina...finché dura : Chessygrin : ...e rimuovere la porcheria meccanicamente con un punteruolo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro Beretta S56E
MessaggioInviato: 27/09/2021, 9:34 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/10/2010, 18:07
Messaggi: 10250
Località: Ducato di Lucca
Regione: Toscana
moodd ha scritto:
Ike ha scritto:
Mi sembri bravo.


Grazie mille per il complimento Ike, sono molto contento, soprattutto perché detto da te : Chessygrin :

Aspetterei comunque a dire bravo, forse è meglio aspettare il termine della finitura.

Poi c'è tutta la parte di rimozione graffietti/lucidatura bascula e ritocchi bruniture che non so bene come fare.
A proposito, c'è qualche marca di brunitore a freddo che può essere considerata meglio di altre?

Sebbene ci sono pochi punti da ritoccare delle canne, è possibile applicare una passata di brunitore su tutte le canne? Ma soprattutto, è possibile farlo sulla brunitura già esistente o bisogna prima rimuovere il vecchio trattamento?

Grazie!


A me sembra un lavoro fatto a mestiere, comunque con la calma e la pazienza che serve, non tirato via, poi ognuno ha dei talenti, chi non li ha nel settore magari compensa con l'impegno.

Per quanto riguarda i brunitori a freddo possono andar bene per un graffietto,, ma per superfici estese sono da evitare.

_________________
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
Immagine

"Scrivo i pipponi perché so le cose" cit. Lungo Fucile detto "il modesto", 26.03.2015.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro Beretta S56E
MessaggioInviato: 27/09/2021, 12:34 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2021, 9:29
Messaggi: 22
Regione: lombardia
Ike ha scritto:
moodd ha scritto:
Ike ha scritto:
Mi sembri bravo.


Per quanto riguarda i brunitori a freddo possono andar bene per un graffietto,, ma per superfici estese sono da evitare.


Senza molta fatica riesco ad essere d'accordo con quanto dici, tuttavia non vedo altre soluzioni.
So bene che l'optimum sarebbe fare una bella brunitura a caldo come si deve, purtroppo però non ne sono capace e non ho disponibilità per farla.

C'è da tener conto che per questo S56 rifare la brunitura è anche superfluo, è giusto pignoleria per cercare di portare tutto bene in bolla ma potrei anche evitare e limitarmi a una bella lucidatona. Per tutti gli altri che ho in "canna" da restaurare, la vedo grigia, le canne sono tutte messe maluccio...

Se hai altre soluzioni alternative che danno risultati soddisfacenti, ben vengano , son tutto orecchi...occhi diciamo : Chessygrin :


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro Beretta S56E
MessaggioInviato: 28/09/2021, 9:44 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/10/2010, 18:07
Messaggi: 10250
Località: Ducato di Lucca
Regione: Toscana
Soluzioni non ce ne sono, niente vie di mezzo, niente scorciatoie.
Prova a pulire per bene le canne con benzina rettificata, toglie molto bene i residui e ridona alle bruniture una buona lucentezza. Poi tiri le somme, se hai dei graffietti prova a passarli con un brunitore sulla punta del cottonfioc, se hai ampie zone sbrunite non puoi farci nulla.

_________________
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
Immagine

"Scrivo i pipponi perché so le cose" cit. Lungo Fucile detto "il modesto", 26.03.2015.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 37 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Nonostante tutto, orgoglioso di essere italiano
Theme designed by stylerbb.net © 2008 modified by Ike
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]