Oggi è 22/04/2018, 0:56



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 35 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Legno di Carrubo
MessaggioInviato: 19/02/2017, 0:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/11/2015, 20:27
Messaggi: 1215
Regione: Puglia
Da mie indaggini, ho scoperto che il carrubo è un ottimo legno per archi
E dire che l'avevo davanti
e non l'avevo preso in considerazione

Posso dire che sicuramente può competere con altri legni già menzionati (forse poco conosciuto per la costruzione degli archi, per la difficile reperibilità, pianta "autoctona delle regioni mediterranea orientale e insulare" e per la difficile lavorabilità per via dei rami contorti, ma si possono trovare polloni abbastanza dritti)

Vediamo perché
Ho scperto che gli antichi egizi costruivano archi di carrubo e acacia, oltre che compositi.

Descrizione del legno di carrubo:
Il carrubo è legno duro
si asciuga con facilità, è compatto e facile da lavorare ancora verde
presenta alta abrasivita, ed è impermeabile
flessibile, e resistente alla flessione
necessita di tre mesi di riposo, e dopo raggiuge una tale stabilità volumetrica da non subire più variazioni nel tempo

Durezza: è il termine che designa la resistenza del legno, i legni duri hanno un alto peso specifico, quindi un legno di buona qualità deve avere una durezza che va da 500 a 1000 kg/cm2
il carrubo ha 940 kg/cm2

Contrazione volumetrica: è il processo di essiccamento il legno perde volume e subisce la contrazione volumetrica che può variare dal 2 al 12% dipende dal tipo di legno.
ora vediamo come si comporta il carrubo alla contrazione volumetrica

l'esperimento, è stato effettuato realizzando due botti, una con legno di lenga, l'altra con legno di carrubo.
sono state realizzate nella stessa data, e conservate senza essere utilizzate
dopo un periodo di tempo, si è notato che la botte in lenga fra le doghe c'era una separazione dai 3 ai 10 mm , e aveva perso due degli anelli che la costituivano
la botte in legno di carrubo, ha sopportato le prove senza riportare alcun danno ne agli anelli, ne in nessuna altra parte

Resistenza all'urto:
da esperimenti fatti
il carrubo è risultato ottimo alla resistenza all'urto

Resistenza alla flessione:
resistenza del legno ad una forza che tende a fletterla
(il valore è espresso in kg/cm2)
in teoria quanto più alta è questa cifra, tanto maggiore dovrebbe essere la flessibilità del legno
però non è sempre così
infatti essenze con un coefficiente di 1000 kg/cm2 di resistenza alla flessione
si sono rotti più facilmente del carrubo, che ha un coefficiente di 940 kg/cm2

a sto punto è utile conoscere il valore "freccia"
il valore freccia, indica il grado di pieghevolezza del legno, e la sua capacità di ritornare allo stato naturale, quindi "l'elasticità"
ora, non sto qui a scrivere tutta la Bibbia
il risultato è che il carrubo ha avuto un coefficiente alto all'elasticità

le informazioni fin qui riportate, le ho prese Quà e là dal web
quelle che seguono le ho apprese da vecchi artigiani del posto, costruttori di imbarcazioni

l'imbarcazione in legno, è così costituita
un'asse centrale che va dalla poppa alla prora costruita in tre pezzi, ed è chiamato "primo"
dal "primo" Dex e Sin, partono delle doghe chiamate "costole"
il "primo" è di quercia (esistono diverse varietà di quercia, il nostro è molto duro)
le "costole" sono in carrubo;
mi è stato detto che il carrubo per la sua flessibilità ed Elasticita, è il più adatto a sopportare le onde del mare specie quando è mosso
oggi, è diventato un privilegio avere una barca costruita così
un privilegio costoso
perché: chi va più a tagliare i tronchi di quercia e carrubo, per poi lavorarli e farne assi e doghe? quanto costa? gli artigiani "quelli veri" dove sono?
e allora che si fa?
si è sostituito la quercia nostrana, con il rovere (qualcuno dirà, ma il rovere non è quercia? si, ma non è come la nostra quercia, la nostra varietà "quercus ilex", quercia spinosa, in dialetto "Lizza" la più dura, durissima, di tutte le altre varietà ) e il carrubo con il frassino, il rovere e il frassino lo trovi in segheria bello e pronto, quindi più economico. ( A titolo informativo, recentemente nel Salento è stata scoperta una varietà di quercia unica al mondo, "quercia Elegante" ed ha preso il nome del suo scopritore "Quercus caroppoi )
http://www.fondazioneterradotranto.it/2 ... arpignano/
risultato?
il rovere dura qualche anno,
ma non decenni come la nostra quercia
il frassino sostituito al carrubo
va anche bene, ma ogni tanto si rompe
e bisogna sostituire la doga (costola)
il carrubo: non si rompeva mai....

ora alla luce di tutto questo,
credo di aver trovato la mia essenza per il mio arco : WohoW :

Quello che mi rassicura di più è che gli antichi egizi costruivano archi anche con questa meravigliosa essenza che è il carrubo

Vi mostro alcune prove che ho fatto su alcune essenze, per costatare la flessibilità
(così. ..!! personale curiosità)

piccoli succhioni tagliati da otto giorni

Allegato:
quercia-1.jpg
quercia-1.jpg [ 72.07 KiB | Osservato 2328 volte ]

Allegato:
prugno-1.jpg
prugno-1.jpg [ 108.03 KiB | Osservato 2328 volte ]

Allegato:
olivo-1.jpg
olivo-1.jpg [ 76.44 KiB | Osservato 2328 volte ]

Allegato:
melograno-1.jpg
melograno-1.jpg [ 62.8 KiB | Osservato 2328 volte ]

Il melograno (sopra) guardate l'ottima flessibilità

Allegato:
alloro-1.jpg
alloro-1.jpg [ 96.49 KiB | Osservato 2328 volte ]

l'alloro lo metto al primo posto (come flessibilità)

Allegato:
carrubo-1.jpg
carrubo-1.jpg [ 73.37 KiB | Osservato 2328 volte ]

Il carrubo, ottima flessibilità
la piccola crepa che si vede,
è dovuta al fatto che l'ho piegato due volte
fino a far toccare i due estremi


sono andato nel bosco (di mia proprietà, gran parte lo venduto )
è una macchia in collina di qualche ettaro, con svariate varietà botaniche
un posto frequentatissimo dai cacciatori alla beccaccia

Allegato:
20170208_135535-1.jpg
20170208_135535-1.jpg [ 237.28 KiB | Osservato 2328 volte ]

Allegato:
20170208_135828-1.jpg
20170208_135828-1.jpg [ 233.78 KiB | Osservato 2328 volte ]

Allegato:
20170208_135522-1.jpg
20170208_135522-1.jpg [ 226.57 KiB | Osservato 2328 volte ]


Allegati:
olivo-1.jpg
olivo-1.jpg [ 76.44 KiB | Osservato 2328 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legno di Carrubo
MessaggioInviato: 19/02/2017, 0:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/11/2015, 20:27
Messaggi: 1215
Regione: Puglia
in alcuni punti la macchia è inaccessibile
Allegato:
20170208_135657-1.jpg
20170208_135657-1.jpg [ 242.01 KiB | Osservato 2326 volte ]


questi sono meravigliosi polloni di quercia
Allegato:
20170208_135742-1.jpg
20170208_135742-1.jpg [ 202.67 KiB | Osservato 2326 volte ]

Allegato:
20170208_135754-1.jpg
20170208_135754-1.jpg [ 223.66 KiB | Osservato 2326 volte ]


finalmente ho trovato i miei polloni di carrubo
Allegato:
20170208_135418-1.jpg
20170208_135418-1.jpg [ 215.41 KiB | Osservato 2326 volte ]

Allegato:
20170208_135425-1.jpg
20170208_135425-1.jpg [ 232.76 KiB | Osservato 2326 volte ]

Allegato:
20170208_135440-1.jpg
20170208_135440-1.jpg [ 221.97 KiB | Osservato 2326 volte ]


non sono meravigliosi???

ora aspetto gli ultimi giorni dell'ultimo quarto
e poi taglio

e con la guida del maestro maon
vedrò di fare sto benedetto arco

ciao Tigre


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legno di Carrubo
MessaggioInviato: 19/02/2017, 1:51 
Non connesso

Iscritto il: 13/10/2015, 23:10
Messaggi: 448
Regione: piemonte
Hai fatto una bella ricerca,
se mi avessi detto subito che l'essenza era il Carrubo, ti avrei detto che potevi fare archi anche con quella.
Ho fatto archi di Carrubo.
Per quanto le caratteristiche descritte del legno riportino tutte quelle belle qualità non sono stato soddisfatto dei risultati ottenuti.
Ciò non toglie che tu possa provare a farci tutti gli archi che puoi.

Confondi "la flessibilità" che è un fattore comune a molti legni con la capacità di ritorno, se prendi un ramo di Salice ci puoi fare tutto ciò che vuoi, quella è flessibilità.
Se dopo averlo piegato lo rilasci, cosa succede? Quanto tempo impiega a ritornare nella sua posizione primitiva?

La capacità di ritorno, detta isteresi,( in campo arcieristico, chè di significati ne ha molti) è la caratteristica di certi legni di restituire quasi del tutto l'energia che esso ha accumulato durante la trazione, in un tempuscolo, riportandosi alle condizioni primitive ante sollecitazione.
Ciò vuol dire che:
Il Sambuco ritorna nella sua posizione naturale in X tempo;
Il Carpino ritorna in X meno 100
Il Maggiociondolo in X meno 200

P.s
Il Carrubo egizio è altra cosa dal nostro, così come l'Acacia nilotica non è la nostra Acacia, ne quella americana da cui deriva la nostra.
Condizioni climatiche ne condizionano il crescere e il successivo rendimento.
Gli agizi erano piccoli e nudi e le truppe di arcieri avevano degli archetti a Beta solitamente di Acacia nilotica proporzionati a loro e alle loro difese, la sola pelle.
I Faraoni, che andavano a caccia di leoni per sport, usavano archi compositi a Delta molto potenti, però erano faraoni!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legno di Carrubo
MessaggioInviato: 19/02/2017, 8:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3778
Regione: calabria
una piccola richiesta:
il carrubbo (ormai diventato raro) si trova in due versioni, quello che fa i frutti/baccelli lunghi ma inmangiabili e quello (credo che si innesti) che fa i baccelli corti e grassi mangiabilisimi
tra le due specie ci sono differenze oltre al frutto ???
che tempi di crescita ha un carrubbo ?

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legno di Carrubo
MessaggioInviato: 19/02/2017, 19:58 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/11/2015, 20:27
Messaggi: 1215
Regione: Puglia
maon dice

<<Confondi "la flessibilità" che è un fattore comune a molti legni con la capacità di ritorno, se prendi un ramo di Salice ci puoi fare tutto ciò che vuoi, quella è flessibilità.
Se dopo averlo piegato lo rilasci, cosa succede? Quanto tempo impiega a ritornare nella sua posizione primitiva?>>
------------------------------------------------------------

si hai ragione,
ma non confondo la flessibilità con l'elasticità
infatti quel che tu descrivi, è "l'elasticità "

io ho scritto
<<a sto punto è utile conoscere il valore "freccia"
il valore freccia, indica il grado di pieghevolezza del legno, e la sua capacità di ritornare allo stato naturale, quindi "l'elasticità"
ora, non sto qui a scrivere tutta la Bibbia
il risultato è che il carrubo ha avuto un coefficiente alto all'elasticità>>
----------------------------------------------------
ma giustamente, come tu dici,

<<La capacità di ritorno, detta isteresi,( in campo arcieristico, chè di significati ne ha molti) è la caratteristica di certi legni di restituire quasi del tutto l'energia che esso ha accumulato durante la trazione, in un tempuscolo, riportandosi alle condizioni primitive ante sollecitazione.
Ciò vuol dire che:
Il Sambuco ritorna nella sua posizione naturale in X tempo;
Il Carpino ritorna in X meno 100
Il Maggiociondolo in X meno 200>>
--------------------------------------------------
ancora non lo so,
la prova al valore freccia! (cioè all'elasticità) è stata ottima, ma no lo fatta io
bisognerebbe vedere quel tempuscolo che impiega per ritornare alle condizioni primitive
si vedrà a lavoro fatto...

<<P.s
Il Carrubo egizio è altra cosa dal nostro, così come l'Acacia nilotica non è la nostra Acacia, ne quella americana da cui deriva la nostra.
Condizioni climatiche ne condizionano il crescere e il successivo rendimento.>>
----------------------------------------------
non credo che il carrubo egizio, sia molto differente dal nostro salentino
forse dal vostro si.. (se voi ne avete non lo so)
il nostro è un clima arido,
con lunghi periodi siccitosi, anche sei sette mesi di assenza totale di pioggia
con temperature di 40-45° (molto differente dal clima piemontese)
le querce, e i carrubi che hai visto in foto
sono nati e cresciuti spontaneamente nella roccia, con assenza di terra
c'è molta differenza nella caretteristica del legno, tra quelli trapiantati dall'uomo nel terreno,
con quelli spontanei nati nella roccia.
tu il carrubo dove l'hai preso? da voi se ne trovano?

comunque è tutto da vedere, se va va, se non va pazienza...

ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legno di Carrubo
MessaggioInviato: 19/02/2017, 20:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3778
Regione: calabria
acacia, ho addocchiato alcuni alberelli di acacia sui 7....10 Cm di diametro e tra qualche giorno li vado a tagliare

tigre.....
ad acacia in puglia non dovresti esser messo male....o no ?

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legno di Carrubo
MessaggioInviato: 19/02/2017, 20:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/11/2015, 20:27
Messaggi: 1215
Regione: Puglia
mimmo002 ha scritto:
una piccola richiesta:
il carrubbo (ormai diventato raro) si trova in due versioni, quello che fa i frutti/baccelli lunghi ma inmangiabili e quello (credo che si innesti) che fa i baccelli corti e grassi mangiabilisimi
tra le due specie ci sono differenze oltre al frutto ???
che tempi di crescita ha un carrubbo ?


qui da noi, cisono due tipi di carrubi,
il maschio che non fa frutti, o se li fa, sono piccoli e immaginabili
e la femmina (se così si può chiamare) e fa frutti lunghi sui 20 cm anche più, mangiabili
poi so che c'è un'altra varietà, che fa i frutti bianchi, ed è appunto chiamato carrubo bianco

il tempo di crescita del carrubo, è lungo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legno di Carrubo
MessaggioInviato: 19/02/2017, 20:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/11/2015, 20:27
Messaggi: 1215
Regione: Puglia
mimmo002 ha scritto:
acacia, ho addocchiato alcuni alberelli di acacia sui 7....10 Cm di diametro e tra qualche giorno li vado a tagliare

tigre.....
ad acacia in puglia non dovresti esser messo male....o no ?


guarda mimmo,
so che esistono oltre 1300 specie di acacia
ma qui dalle mie parti non c'è manco l'ombra
forse nel nord puglia sicuramente si troverà, la puglia è lunga quasi mezza italia : Chessygrin :
sicuramente in qualche villa si troverà,
ma spontanee qui da noi non ce ne, ne acacia, ne frassino, ne sambuco, Maggiociondolo ecc. tanto meno il tasso
a mali estremi, posso andare in qualche grossista di legnami, e trovare qualche asse di queste essenze

ps
l'acacia che tu hai trovato che varietà è.. : Chessygrin :


Ultima modifica di Tigre il 19/02/2017, 20:54, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legno di Carrubo
MessaggioInviato: 19/02/2017, 20:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/09/2016, 22:53
Messaggi: 715
Regione: Toscana
Tante cose non le so, perché a mio zio che m'insegnava gli si gonfiò la pancia e in men che non si dicesse se n'andò al creatore. Col senno d'oggi sarebbe stato un tumore, ma per allora "aveva male in corpo". Mi disse che le acacie erano molto rare e non me ne seppe insegnare neanche una. Quelle che si chiamano "cascia" sono tutte robinie. Poi, l'ho detto, tante cose non le so.

Parecchi innesti li so fare, ma, che sappia, il carrubo non s'innesta e i frutti si danno ai cavalli e ai maiali. Non conosco carrube da alimentazione umana. Mi hanno raccontato che quando il grano mancava si usava la farina di ogni legume, di carrube e anche quella di castagne, però dove sto io non ci sono castagni. Mentre i carrubi sono alberi belli che sono ornamentali e servono per fare ombra.

Un figlio di boscaiolo mi raccontò che suo nonno tagliava querce, faggi e castagni e rimboschiva con robinie, che vengono su presto e danno un legno buono da bruciare e da farci i pali.
Un costruttore di sulky (Il sulky è una sorta di calesse leggerissimo, da corse al trotto), ex carrozziere (vero, che faceva i calesse, i carri e i barrocci), mi disse che le stanghe vanno fatte d'acacia e che ora non si trovava più e che la cascia (robinia) non era lo stesso.

_________________
-“L’errore più folle che possiamo commettere è forse quello di lasciare che le razze da noi soggiogate posseggano armi. La storia mostra che tutti i conquistatori che hanno consentito alle razze a loro soggette di portare armi hanno in tal modo approntato la propria caduta” (Adolf Hitler)
-“Quale Paese può conservare la propria libertà se ai suoi governanti non viene periodicamente rammentato che la popolazione conserva il proprio spirito di resistenza? Che il popolo prenda pure le armi” (Thomas Jefferson)


Ultima modifica di romito il 19/02/2017, 21:19, modificato 6 volte in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legno di Carrubo
MessaggioInviato: 19/02/2017, 21:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3778
Regione: calabria
Nelle mie zone la acacia chiamata volgarmente "cassiali" in inverno perde le foglie (ancora e senza) ed ha spine triangolari sui rami e tronco, spine triangolari lunghe sui 2...2,5 cm
Ed e piante infedtante a crescita rapida che si trova dapertutto

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 35 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Nonostante tutto, orgoglioso di essere italiano
Theme designed by stylerbb.net © 2008 modified by Ike
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]