Oggi è 24/09/2017, 5:15



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 162 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 17  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: E la Grecia? Sta male, grazie!
MessaggioInviato: 07/07/2015, 0:36 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 28/07/2011, 0:15
Messaggi: 3019
Regione: Regno LombardoVeneto
Premesso che di professione non faccio l'indovino, quindi non posso fare previsioni esatte al millimetro.
Antefatto.
Tsipras si è fatto eleggere mentendo ai suoi elettori. Come? Promettendo l'uscita dall'austerità pur rimanendo nell'area euro. Questo non è possibile per tutta una serie di motivi tecnici, primo fra i quali il rispetto del rapporto deficit/PIL al 3%. Un altro motivo è il rispetto del pareggio di bilancio, che non permette allo Stato di investire. Terzo motivo, ma non ultimo, il fatto di non avere proprietà della moneta, cioè di non essere possessore dei mezzi economici atti a guidare la propria economia ed essere quindi costretto a negoziare con agenti esterni, la Troika nella fattispecie, ogni singola mossa economica (leggi:vincolo esterno).
Questi limiti si sono palesati durante le trattative di questi mesi, con un continuo tira e molla che non ha portato a risultati concreti.
Secondo antefatto.
Anche i politici del nord Europa hanno mentito e mentono ai propri elettori, presentando il popolo greco (ma anche italiano,spagnolo e portoghese) come una massa di fannulloni corrotti, incapaci di amministrare il proprio paese e che "non fanno le riforme" (qualsiasi cosa voglia dire).

Date queste premesse, la situazione può evolversi verso svariate direzioni, ma credo che siano sostanzialmente due.
Il referendum, anche se ha fatto molto scalpore, sarà sostanzialmente inutile. Tsipras riprenderà le trattative che però non possono svolgersi in maniera differente rispetto a quelle pre_referendum. Le condizioni economiche non sono sostanzialmente mutate e i politici del nord non possono cedere subito alle richieste greche, pena il dover pagare il prezzo al proprio elettorato, il quale si chiederebbe come mai, visto che i greci sono fannulloni, gli vengono concesse condizioni di favore. Tenteranno quindi di cuocere a fuoco lento Tsipras con piccole concessioni "una tantum" (hanno già cominciato a parlare di "aiuti umanitari"), per mantenere la Grecia sul filo del rasoio e nel frattempo screditare politicamente Tsipras strocandoli la carriera politica facendolo cadere con elezioni anticipate. Un giochino pericoloso se si pensa che l'alternativa a Tsipras potrebbe essere Alba Dorata.

Il secondo scenario, che oggi ritengo meno probabile viste le dimissioni di Varoufakis, è che dopo qualche tempo di tira e molla, Tsipras si convinca che se vuole salvarsi politicamente e contemporaneamente dare una chance al popolo greco, decida di buttare il cuore oltre l'ostacolo ed uscire unilateralmente dall'eurozona.

In ogni caso mantenere la Grecia all'interno della moneta unica diventerà sempre più difficile e costoso per Bruxelles e sempre più doloroso per il popolo greco.

_________________
"Chi è il padrone di questo cesso?" William Munny - Gli spietati

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E la Grecia? Sta male, grazie!
MessaggioInviato: 07/07/2015, 0:39 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 28/07/2011, 0:15
Messaggi: 3019
Regione: Regno LombardoVeneto
Per un commento molto più autorevole del mio, vi consiglio la lettura di un articolo di un premio Nobel per l'economia.

Lo trovate qui http://vocidallestero.it/2015/07/06/arrestare-lemorragia-della-grecia/

_________________
"Chi è il padrone di questo cesso?" William Munny - Gli spietati

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E la Grecia? Sta male, grazie!
MessaggioInviato: 07/07/2015, 8:45 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/10/2010, 18:07
Messaggi: 9043
Località: Ducato di Lucca
Regione: Toscana
Stai invecchiando.
Un tempo eri più brillante, trovavi un numero di sfumature di grigio maggiore di quello del celeberrimo film.
Da quando le buschi da chiunque scrivi de post che sembrato tanto la fiera del grazie al cazzo.

Detto questo, ti sei dimenticato di indicare un piccolo fattore: dietro l'europa c'è il cioccolatino che sta alla casa bianca e dietro la grecia il ghiacciolo che sta al cremlino.
Quello che scrive il premio nobel non lo leggo, tutte stronzate, il nobel per la pace lo han dato anche a Obama prima che dichiarasse guerra. E te apri gli occhiucci. Continuare a dare aiuti alla grecia significa creare dei precedenti. Poi noi, la spagna, il portogallo, ed altri nel momento del bisogno ne approfitteremmo, facendo diventare il sistema la solita pagliacciata. Di contro il grexit implica lo spalmare del debito sui panini di chi rimane. Con la forza politica che abbiamo ci dovremo prendere tutti gli immigrati del mediterraneo e il debito greco.
Sento parlare peraltro di prelievi forzosi ecc. Lo scenario, detto tra noi tanto chi vuoi che legga questa cosa, è apocalittico. Cioè mi impedisci di prendere i miei soldi sul mio conto e poi li prendi te. Cose da guerra civile. Cose che fanno gola a chi ha manie espansionistiche, vedi l'inquilino del cremlino.

Poi dici che il popolo greco non è fatto da vagabondi e ciucciagomme. Ah beh. San fare lo yogurt. Poi? Avevano la cantieristica navale. Ma è dimostrato che per tenerla in piedi non pagavano le tasse. E allora? Turismo? Ma se vengo in albergo da te le lenzuola pulite me le vorrai dare? Allora ci vuole qualcuno che sa emulsionare il sapone con l'acqua. Non lo yogurt. Daicazzo.

_________________
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
Immagine

"Scrivo i pipponi perché so le cose" cit. Lungo Fucile detto "il modesto", 26.03.2015.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E la Grecia? Sta male, grazie!
MessaggioInviato: 07/07/2015, 11:09 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 28/07/2011, 0:15
Messaggi: 3019
Regione: Regno LombardoVeneto
Certo che considero gli USA, ma non puoi pretendere che ti scriva tutto in una volta sola. Fai già fatica a capire ed elaborare semplici concetti economici di debito/credito, figurati se si parla di una situazione complessa come quella greca. Che poi tanto complessa non è se la si analizza con occhi disincantati, ma tant'è...

Ike ha scritto:
Poi dici che il popolo greco non è fatto da vagabondi e ciucciagomme. Ah beh. San fare lo yogurt. Poi? Avevano la cantieristica navale. Ma è dimostrato che per tenerla in piedi non pagavano le tasse. E allora? Turismo? Ma se vengo in albergo da te le lenzuola pulite me le vorrai dare? Allora ci vuole qualcuno che sa emulsionare il sapone con l'acqua. Non lo yogurt. Daicazzo.

A questa cosa non rispondo perchè è intrinsecamente razzista.
Oppure no, potrei dirti che un popolo che sa fare solo lo yogurt, a cui qualcuno doveva "spezzare le reni", quando è stato il momento ha saputo reagire e respingere le "gloriose armate" in camicia nera. Come dici? Ah, certo, è tutta un'altra storia, accaduta 75 anni fa, adesso è diverso...

_________________
"Chi è il padrone di questo cesso?" William Munny - Gli spietati

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E la Grecia? Sta male, grazie!
MessaggioInviato: 07/07/2015, 12:44 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 28/07/2011, 0:15
Messaggi: 3019
Regione: Regno LombardoVeneto
Veloce perchè ho poco tempo. Come c'entrano gli USA?

Lungo Fucile ha scritto:
Date queste premesse, la situazione può evolversi verso svariate direzioni, ma credo che siano sostanzialmente due.
Il referendum, anche se ha fatto molto scalpore, sarà sostanzialmente inutile. Tsipras riprenderà le trattative che però non possono svolgersi in maniera differente rispetto a quelle pre_referendum. Le condizioni economiche non sono sostanzialmente mutate e i politici del nord non possono cedere subito alle richieste greche, pena il dover pagare il prezzo al proprio elettorato, il quale si chiederebbe come mai, visto che i greci sono fannulloni, gli vengono concesse condizioni di favore. Tenteranno quindi di cuocere a fuoco lento Tsipras con piccole concessioni "una tantum" (hanno già cominciato a parlare di "aiuti umanitari"), per mantenere la Grecia sul filo del rasoio e nel frattempo screditare politicamente Tsipras strocandoli la carriera politica facendolo cadere con elezioni anticipate. Un giochino pericoloso se si pensa che l'alternativa a Tsipras potrebbe essere Alba Dorata.

Questa dinamica la possono fare, anzichè i paesi creditori, gli USA tramite il FMI, di cui detengono la quota di maggioranza. L'America non ha interesse che la Grecia esca dall'euro perchè potrebbe quasi sicuramente entrare nell'orbita russa tagliando di fatto in due il fronte della NATO. Quindi gli aiuti ai greci potrebbero arrivare direttamente dagli USA, quasi come un secondo piano Marshall.

Lungo Fucile ha scritto:
Il secondo scenario, che oggi ritengo meno probabile viste le dimissioni di Varoufakis, è che dopo qualche tempo di tira e molla, Tsipras si convinca che se vuole salvarsi politicamente e contemporaneamente dare una chance al popolo greco, decida di buttare il cuore oltre l'ostacolo ed uscire unilateralmente dall'eurozona.

Questa dinamica potrebbe essere invece sostenuta dalla Russia, che ha tutto l'interesse che la Grecia entri nella sua orbita per poter avere uno sbocco diretto sul Mediterraneo per la propria flotta e per il gas. Inoltre la Russia ha bisogno di rintuzzare gli attacchi USA ed europei in Ucraina e la Grecia potrebbe diventare facile preda.

_________________
"Chi è il padrone di questo cesso?" William Munny - Gli spietati

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E la Grecia? Sta male, grazie!
MessaggioInviato: 07/07/2015, 12:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/11/2012, 20:49
Messaggi: 1500
Regione: piemonte
ohh,ecco ora ricominci ad essere il Lungo di sempre.

bene.la teoria di Ike a pensarci bene e' un po' anacronistica....l'Europa non vuole spezzargli le reni,ma ciucciare soldi senza uccidere la Grecia...da noi si dice "spennare il pollo senza farlo piangere"....quindi non vedo la ribellione.
Certo che in questo momento i media stanno battendo su una propaganda del tipo " sono alla fame,stanno morendo come le mosche",e questo sta' creando un clima di incertezza e perplessita'.Che sia una mossa politica per dare un monito a tutti gli stati del sud Europa che potrebbero rendersi conto della posizione che abbiamo?
Quanto lo possiamo assimilare al caso dell'Argentina?

_________________
ten driss Cuion che tuch i sciopp in bunn!!!
"Nonno Carlo".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E la Grecia? Sta male, grazie!
MessaggioInviato: 07/07/2015, 14:22 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 28/07/2011, 0:15
Messaggi: 3019
Regione: Regno LombardoVeneto
La macchina della propaganda è sempre in moto.

L'euro come moneta non è sostenibile perchè accomuna economie troppo differenti e inoltre non è sostenuto da politiche comuni. Questo tecnicamente. Politicamente viene sostenuto dai paesi forti per potersi creare un mercato di sbocco verso i paesi più deboli. Infatti non è un caso che tutti i paesi dell'eurozona siano in deficit delle partite correnti, cioè importano più di quello che esportano, mentre un solo paese è in surplus, cioè esporta più di quello che importa, la Germania. La sommma dei deficit dei paesi dell'eurozona è grosso modo pari al surplus della Germania.

Detto questo la propaganda serve perchè "fuori dall'euro c'è la catastrofe". Ma non è vero! Fanno sembrare l'euro come un dogma che non può essere discusso una roba di tipo religioso per spaventare le menti semplici ed impedirgli di pensare che ci possa essere una alternativa.

L'Argentina? E' un caso di scuola di una aggancio monetario. Il peso argentino fu agganciato artificiosamente ad una moneta più forte, il dollaro. Questo rese il peso una moneta forte senza avere dietro il sistema economico per mantenerla. Risultato che le importazioni aumentarono mentre diminuirono drasticamente le esportazioni, impoverendo di fatto il paese fino a quando la crisi devastante costrinse il governo argentino a togliere l'aggancio valutario facendo ritornare il peso libero di fluttuare con il cambio.

_________________
"Chi è il padrone di questo cesso?" William Munny - Gli spietati

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E la Grecia? Sta male, grazie!
MessaggioInviato: 07/07/2015, 15:04 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/10/2010, 18:07
Messaggi: 9043
Località: Ducato di Lucca
Regione: Toscana
Si ma io però la prossima volta che ti sfido ti spacco direttamente i denti davanti con il calcio del fucile.

Quando hai finito di fare appunto propaganda, mi spieghi, dall'alto della tua divina non ricordo cosa, se l'europa è una unione dove coadiuvare il libero mercato delle merci, cosa può, apparte lo yogurt, scambiare la Grecia?
Sempre secondo la tua divina quella roba lì, come è sostenibile il debito greco se non gliene abbuonano una metà? NON PRODUCONO UN CAZZO, LO CAPISCI L'ITALIANO?

Ti devo fare un elenco del made in italy così lo confronti con il made in grecia?

_________________
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
Immagine

"Scrivo i pipponi perché so le cose" cit. Lungo Fucile detto "il modesto", 26.03.2015.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E la Grecia? Sta male, grazie!
MessaggioInviato: 07/07/2015, 17:01 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 28/07/2011, 0:15
Messaggi: 3019
Regione: Regno LombardoVeneto
Come non capire un cazzo e farlo vedere a tutti. : Chessygrin :

Dopo sviluppo l'argomento, adesso non ho tempo, solo che devo romperti le balle, visto che sei on line (ore 17.00).
Però ad una domandina facile facile potresti rispondere.

Con cosa fanno lo yogurt i greci?

_________________
"Chi è il padrone di questo cesso?" William Munny - Gli spietati

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E la Grecia? Sta male, grazie!
MessaggioInviato: 07/07/2015, 18:05 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/10/2010, 18:07
Messaggi: 9043
Località: Ducato di Lucca
Regione: Toscana
Con le quote latte che paghiamo io e te.

E comunque girati che ti rigiri, puoi scrivere anche millemila pagine, il succo è che sono dei cialtroni che hanno vissuto alle nostre spalle. Non hanno sviluppo per pagare i debiti e dopo mesi di discorsi ancora non hanno fatto un cazzo. Se stai nella "società" devi stare alle regole della società, sennò fai come ho fatto io e ti metti per conto tuo, rischi del tuo e non rompi il cazzo.

_________________
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
Immagine

"Scrivo i pipponi perché so le cose" cit. Lungo Fucile detto "il modesto", 26.03.2015.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 162 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 17  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Nonostante tutto, orgoglioso di essere italiano
Theme designed by stylerbb.net © 2008 modified by Ike
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]