Oggi è 15/10/2018, 17:24



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: olocausto. i pensieri dei tedeschi mentre massacravano.
MessaggioInviato: 27/01/2017, 21:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/12/2015, 16:43
Messaggi: 269
Regione: Milano-Venezia
a me vipugnano un po' le ricorrenze ufficiali del dolore, la lacrima a comando.
*e ora, piangere tutti!*
però l'evento dell'olocausto è una tragedia collettiva, un evento terrificante, con una dinamica così oscenamente particolare e quasi *fuori dai percorsi della storia*, che merita attenzione altissima.

non che massacri seriali siano mancati prima o dopo, e anche peggiori, ma gli altri eventi hanno dinamiche *dentro* la storia: la differenza tra le purghe staliniane e quelle neroniane (congiura dei pisoni, mi pare nel 65dc, mi pare: strage della classe dirigente imperiale) sta nelle dimensioni ma non nelle dinamiche.

com'è potuto accadere che i tedeschi ammazzassero qualche milionata di persone in una catena di montaggio fordiana della morte?
che i singoli macellai non si rendessero conto? senza resipiscenze? senza prendere contatto con il senso del giusto, dell'onore umano?

allora, c'è un caso particolare: il macello di jozefow, massacro compiuto nel '42 da un reparto di polizia ordinaria tedesca in un villaggio ebreo polacco.
non è una strage diversa dalle altre, né più vasta nelle dimensioni sanguinarie. millecinquecento ebrei: più o meno come i contadini emiliani massacrati due anni dopo a marzabotto.

la particolarità di jozefow è
- nelle persone assassine: richiamati nella polizia regolare, non nazisti efferati; non vi erano iscritti al partito, rari anche tra gli ufficiali.
erano avanti negli anni, 35-45enni, e quindi quindi meno sensibili dei ragazzini alla retorica di partito di una dittatura cominciata nove anni prima; erano spesso sposati, con figli, con un lavoro che li aspettava a casa.
quasi tutti di amburgo, città che fino a 9 anni prima era uno dei capisaldi dei socialisti e dei comunisti. marinai, camerieri, operai, commessi di negozio, artigiani.
- nel processo aperto in germania, ad amburgo, fra gli anni '60 e '70.
furono interrogati sotto anonimato di legge circa 100 macellatori, non erano ancora troppo vecchi (erano fra i 55 e i 65 anni), e si chiese loro *ma che cazzo vi passava per la testa?*

e che cosa risposero?
risposero la stupida, sincera verità.

per essi, mentre sparavano contro donne vecchi e bambini la cosa più importante era fare ciò che gli altri si aspettavano da loro.
non volevano deludere i compagni.
volevano uniformarsi alle decisioni del gruppo – qualunque esse fossero.


in altre parole,
- chi in quell'episodio terribile non volle uccidere apparve vigliacco, ma in realtà ebbe il coraggio supremo di esporsi alla figuraccia di fronte ai camerati.
- chi in quell'episodio terribile uccise, apparve spietato e duramente senza cuore, ma in realtà era un debole con la terrificante vigliaccheria di non voler sfigurare di fronte ai camerati.

e ciò rende terribilmente ripetibile, qui oggi, quella stessa dinamica.
essi, i macellatori, non sono mostri incomprensibili remoti da noi: essi sono *noi stessi*.

e ciò ci impone, CI IMPONE, l'obbligo di stare attentissimi.
ciò che era accaduto è dentro di noi, nascosto, pronto a ripetersi.

su questa strage anni fa avevo scritto un articolo sul mio blog, articolo che ripubblico ogni 27 gennaio *giorno della memoria*.

è linkato qui (clicca per leggere).

_________________
i dettagli in cronaca


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: olocausto. i pensieri dei tedeschi mentre massacravano.
MessaggioInviato: 27/01/2017, 22:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3998
Regione: calabria
olocausto
chi ci crede e chi non ci crede
ora per legge o a favore o niente.

comunque al di la della "banalità del male" dove il singolo "non vede" quel che gli capita a gli altri (oggi nessuno si indigna per i palestinesi di Gaza)

sarebbe interessante sapere perche le popolazioni nei secoli hanno odiato gli ebrei

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: olocausto. i pensieri dei tedeschi mentre massacravano.
MessaggioInviato: 27/01/2017, 22:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/12/2015, 16:43
Messaggi: 269
Regione: Milano-Venezia
mimmo002 ha scritto:
sarebbe interessante sapere perche le popolazioni nei secoli hanno odiato gli ebrei
1 - non sarebbe per niente interessante
2 - *le popolazioni nei secoli* non hanno odiato gli ebrei.
tutte le comunità sono state odiate o hanno odiato.
anche gli italiani sono stati odiati a lungo, per esempio massacrati in francia dalla metà dell'800 (aigues mortes è solo uno dei mille episodi).
gli ebrei sono stati odiati dagli imbecilli, come chiunque altro sia stato fatto oggetto di odio razziale o religioso, e non da non meglio circostanziate *popolazioni*.

mimmo002 ha scritto:
oggi nessuno si indigna per i palestinesi di Gaza
nessuno si indigna? non mi pare. c'è giusta indignazione contro le discriminazioni dei palestinesi a gaza, i quali peraltro con alcune loro scelte politiche hanno accentuato il terribile fenomeno.
ma che c'entrano i palestinesi di gaza? non vengono infilati a migliaia al giorno nei cremator... aspetta, spero che la tua sia una (giusta) difesa dei palestinesi e non un modo indiretto di dire che gli *israeliani di oggi sono come i nazisti di allora*, che è una stronzata solenne.
confortami: non vuoi dire una stronzata colossale come *gli israeliani di oggi sono come i nazisti di allora*, VERO?
mimmo002 ha scritto:
chi ci crede e chi non ci crede
non è una cosa su cui *credere*.
negare l'evento è indice di malafede, oppure di imbecillità, oppure di entrambe le cose.
chi *vi crede* o *non vi crede* non è uomo.
è merda. vale meno di una merda di gatto.
e io non ho nulla a che sparite con simili rifiuti.

(scusate il linguaggio incivile).

_________________
i dettagli in cronaca


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: olocausto. i pensieri dei tedeschi mentre massacravano.
MessaggioInviato: 27/01/2017, 22:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3998
Regione: calabria
non per andare in polemica .
----------------
gli spagnoli un bel giorno del 500 (o 400) espulsero tutti gli ebrei che risedevano sui loro territori
nel sud dell'italia vi erano comunità ebriche con tanto di sinagoghe , e da allora scomprvero.
perchè lo fecero ?
ci sono tante versioni dal motivo economico al fatto che secoli prima tradirono gli spagnoli e permisero agli arabi di conquistare la spagna....tante versioni
-----------------------------
a Roma il papato aveva da sempre organizzato il ghetto per gli ebrei con limiti nei diritti civili
-------------------------------
shakespeare in una sua opera "il mercante di venezia" da il ruolo di cattivo ad un ebreo (quando tutti in quei tempi investivano nella navigazione) congelandolo per sempre come sinonimo
-------------------------------
che vi sia una percentuale di cittadini che hanno dubbi sulla versione dell'olocausto e innegabile (anche l'ebreo Norman Finkelstein)
e non credo che obbligando con legge e relativa punizione,
si possa imporre di credere e di non avere dubbi (anzi forse avviene il contrario)
-----------------------------------
la situazione di Gaza ormai e unn classico, sfruttata più dagli arabi esterni che dagli stessi palestinesi ,
ed e una realtà innegabile ,
che poi gli israeliani si lasciano trascinare in eccessi ,
e che poi sti eccessi vengono esaltati da una parte e minimizza dall'altra parte, cambia poco , la gente e la che soffre.
la popolazione mondiale se ne frega come se ne frega dei libici e come se ne frega dei siriani....e come un tempo se ne fregava degli ebrei in europa

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: olocausto. i pensieri dei tedeschi mentre massacravano.
MessaggioInviato: 27/01/2017, 23:05 
Connesso

Iscritto il: 02/02/2016, 1:47
Messaggi: 2082
Regione: Romagna
da un ordine, riferito al ritrovamento dei campi di sterminio, da parte di
Dwight David Eisenhower, detto Ike:

“Che si abbia il massimo della documentazione possibile – che siano registrazioni filmate, fotografie, testimonianze – perché arriverà un giorno in cui qualche idiota si alzerà e dirà che tutto questo non è mai successo”

_________________
“Chi non ha la spada, venda il mantello e ne compri una”
Gesù di Nazareth
Luca 22,36


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: olocausto. i pensieri dei tedeschi mentre massacravano.
MessaggioInviato: 27/01/2017, 23:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3998
Regione: calabria
fooleydad ha scritto:
da un ordine, riferito al ritrovamento dei campi di sterminio, da parte di
Dwight David Eisenhower, detto Ike:

“Che si abbia il massimo della documentazione possibile – che siano registrazioni filmate, fotografie, testimonianze – perché arriverà un giorno in cui qualche idiota si alzerà e dirà che tutto questo non è mai successo”

lo sai vero che come campi di concentramento il generale Eisenhower fece ben di peggio?
e lo fece a guerra finita su militari DI LEVA che si erano arresi
cose da crimine di guerra , ma lui era uno dei vincitori e loro erano i giustizieri e che scrivevano la storia.
prova a cercare su google
campi di concentramento di Eisenhower

P.S comunque nei campi di concentramento vi entrarono i Russi , che furono i veri vincitori del nazismo e che per primi entrarono a berlino.
gli americani corsero ma persero il treno
anche se oggi si spacciano come quelli a cui si deve la liberazione del nazismo, quando invece furono loro con le loro industrie (Ford, IBM, General-Motors, Standard Oil oggi Exxon ecc.ecc. ) che investirono in germania guadagnandoci a rendere grande e forte il nazismo ,
e a guerra finita diedero rifugio e cittadinanza alla stragrande maggioranza dei nazisti la cui massima espressione fu Von Braun che bombardò londra con le V1 e V2

quindi se vogliamo fare i revisionisti storici ....cerchiamo di non essere molto sfacciatamente di parte visto che ancora non e passato il secolo e le prove persistono

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: olocausto. i pensieri dei tedeschi mentre massacravano.
MessaggioInviato: 27/01/2017, 23:37 
Connesso

Iscritto il: 02/02/2016, 1:47
Messaggi: 2082
Regione: Romagna
non confonderti i revisionisti sono coloro che negano l'olocausto
..... e rileggiti il libro di storia delle medie, i russi liberarono diversi campi ( es. Auschwitz)
gli americani altri (es. Dachau)

_________________
“Chi non ha la spada, venda il mantello e ne compri una”
Gesù di Nazareth
Luca 22,36


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: olocausto. i pensieri dei tedeschi mentre massacravano.
MessaggioInviato: 28/01/2017, 0:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/11/2015, 20:27
Messaggi: 1343
Regione: Puglia
Che gli americani finanziavano Hitler, è risaputo.....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: olocausto. i pensieri dei tedeschi mentre massacravano.
MessaggioInviato: 28/01/2017, 1:13 
Connesso

Iscritto il: 02/02/2016, 1:47
Messaggi: 2082
Regione: Romagna
Tigre ha scritto:
Che gli americani finanziavano Hitler, è risaputo.....


collega questa idiozia con il titolo e quanto ha scritto l'autore della discussione, prego

_________________
“Chi non ha la spada, venda il mantello e ne compri una”
Gesù di Nazareth
Luca 22,36


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: olocausto. i pensieri dei tedeschi mentre massacravano.
MessaggioInviato: 28/01/2017, 7:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3998
Regione: calabria
fooleydad ha scritto:
non confonderti i revisionisti sono coloro che negano l'olocausto
..... e rileggiti il libro di storia delle medie, i russi liberarono diversi campi ( es. Auschwitz)
gli americani altri (es. Dachau)

REVISIONISTA non significa negare un fatto storico, ma rivederlo alla luce di sempre nuove ricerche.

qualsiasi storico o archologo o ricercatore e un "revisonista"
finisce la scienza se si impedisce la costante nuova ricerca

e bisogna vedere se le nuove ricerche scontrandosi con le vecchie ricerche
a chi fanno "danno"
specialmente se sulle vecchie ricerche si e creato un giro di interesse e potere

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Nonostante tutto, orgoglioso di essere italiano
Theme designed by stylerbb.net © 2008 modified by Ike
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]