Oggi è 20/06/2018, 13:14



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: I giorni della Merla
MessaggioInviato: 26/01/2017, 10:05 
Non connesso

Iscritto il: 26/12/2016, 12:11
Messaggi: 164
Regione: emilia
Sono ormai prossimi i giorni della Merla.
Dalle parti nostre , sponda destra del Po , si narra che sono così detti poichè , secoli orsono , loschi figuri al soldo dei francesi , approfittando della eccezionale gelata
delle acque del Po , lo attraversarono con un grosso cannone per l'appunto
chiamato " la Merle ".
I loschi figuri , probabili antenati di Bombarda e Lungo Fucile , provenivano dalla fortezza di Casalmaggiore e per tre giorni bombardarono la rocca di Brescello ed i paesi limitrofi.
Essendo questo vile attacco ancora in attesa di essere vendicato , chiedo cortesemente
al signor Gazzettiere , eminente storico di questo forum , di avvalorare ed eventualmente approfondire tale turpe avvenimento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I giorni della Merla
MessaggioInviato: 26/01/2017, 10:22 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/10/2010, 18:07
Messaggi: 9396
Località: Ducato di Lucca
Regione: Toscana
Ottimo.

_________________
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
Immagine

"Scrivo i pipponi perché so le cose" cit. Lungo Fucile detto "il modesto", 26.03.2015.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I giorni della Merla
MessaggioInviato: 26/01/2017, 16:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/12/2015, 16:43
Messaggi: 269
Regione: Milano-Venezia
scrive il molto reverendissimo sebastiano pauli, della congregazione della madre di dio, istorico del sacro militar ordine gerosolimitano, nel libro *modi di dire toscani ricercati nella loro origine* (in venezia mdccxl) a pagina 141:

Cita:
la merla ha passato il pò

alessandro tassoni ne' suoi diversi pensieri al libro 9 spiegando questo dettato scrive così:
      questo è proverbio usato dal petrarca nelle sue rime che disse *e valicato egli ha la merla il po*.
      io non ho letto autore che il dichiari ma direi che essendo il merlo uccello che non muta mai clima né fa gran volo, come quello che si va d'albero in albero riparando, e che agevolmente si conosce frà le frondi per essere di piuma nera, perciò la sua caccia non sia malagevole molto, se non se il cacciatore non valendosi del tempo si lasci condurre al passo di qualche rio o di qualche fiume, di là dal quale volandosene il merlo egli perda l'occasione di più arrivarlo, è perché vi sono de' fiumi e de' rii che pur anche il cacciatore potrebbe passarli e seguirlo.
      quando si dice che egli ha passato il pò, che è il maggior fiume d'italia, e si vuol dire che la speranza e l'occasione è spedita affatto.
      e tanto più pare che questo proverbio cada a proposito, quanto che sulle rive del pò per la quantità dell'uva e delle frutta e degli alberi evvi così nuova copia di tali uccelli.
fin qui il tassoni.
gli accademici della crusca, soggiugne il menagio, nel loro vocabolario alla voce merlo lo spongono con queste parole:
già di là dal rio passato è il merlo quì.
è il proverbio che altramente si dice: la merla ha passato il pò, dicesi per lo più di donna che per l'età le sia mancato il fiore di sua bellezza *fuere quondam strenui milesii*; dicono nello stesso senso gli olandesi: het sien ganten over t'water, cioè le oche hanno passata l'acqua.


poi a pagina 341 nelle note e aggiunte all'edizione il pauli appone una nota alle righe sopraddette:

Cita:
pag 141
lin 25
passata l'acqua.

i milanesi sogliono ancor oggi chiamare gli ultimi tre giorni di gennaio *i giorni della merla* in significazione di giorni freddissimi.
l'origine del quel dettato dicono esser questo: dovendosi far passare oltre pò un cannone di prima portata, nomato la merla, s'aspettò l'occasione di questi giorni ne' quali, essendo il fiume tutto gelato, potè quella macchina tratta sopra di quello, che sostenendola dié il comodo farla giugnere all'altra riva.
altri altrimenti contano esservi stato, cioè un tempo fa, una nobile signora di caravaggio nominata de' merli, la quale dovendo traghettare il pò per andare a marito, non lo poté fare se non in giorni ne' quali passò sovra il fiume gelato.

_________________
i dettagli in cronaca


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I giorni della Merla
MessaggioInviato: 26/01/2017, 18:03 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 17/04/2013, 7:45
Messaggi: 2790
Località: Pavia
Regione: Lombardia
A Pavia ci sono 2 versioni.

1) <altri altrimenti contano esservi stato, cioè un tempo fa, una nobile signora di caravaggio nominata de' merli, la quale dovendo traghettare il pò per andare a marito, non lo poté fare se non in giorni ne' quali passò sovra il fiume gelato.<
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
Quella che so io è molto simile e dice che una giovane signora era sempre sulla torre più alta del suo castello ed essendo tra i merli veniva chiamata "La Merla" questa continuava a guardare dall'altra parte del fiume verso il castello del suo amato, ma non c'era la possibilità di passare il fiume se non appunto in quei 2-3 giorni all'anno in cui ghiacciava.

2) Questa è più una fiaba per bambini, me l'hanno raccontata i miei nonni quando ero piccolo ed io l'ho raccontata ai miei figli quando, piccoli volevano la storia della buona notte.
Il merlo 1000 anni fa era un bellissimo uccello con tutte le penne colorate di rosso, giallo, verde, blù...(ecc.) e aveva un bellissimo becco giallo.

Un anno la mamma merla aveva voglia di fare il nido, non poteva più aspettare, ma faceva freddo, molto freddo e così l'ha fatto su un camignolo dove c'era un po' di tepore che veniva dal basso.

Quando i piccoli sono nati, il fumo dava loro fastidio e quindi tenevano il becco fuori per poter respirare, ma il corpo era al calduccio.

Con il passare degli anni questa abitudine non è cambiata perchè la merla si trovava bene così, è cambiato invece il colore delle piume che sono diventate nerissime per via della fuliggine, ma ilbecco è restato bello giallo.

Buona notte, Rombaball

_________________
“Meglio fare e pentere che starsi e pentirsi”
Decameron, 1349/51 - Giovanni Boccaccio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I giorni della Merla
MessaggioInviato: 26/01/2017, 18:50 
Non connesso

Iscritto il: 11/01/2015, 23:34
Messaggi: 2052
Regione: Toscana
Questa è la versione apuana-versiliese che il maestro ci raccontò ai tempi di scuola. A parte la variante del becco fuori, quella non la sapevo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I giorni della Merla
MessaggioInviato: 26/01/2017, 19:34 
Non connesso

Iscritto il: 26/12/2016, 12:11
Messaggi: 164
Regione: emilia
Così scrive Mons. Anselmo Mori, storico locale , ne " Brescello nei suoi XXVI secoli di storia " :

...uno dei più grandi congelamenti del Po fu quello del 1511. Sul fiume gelato passarono
circa 5.000 Francesi , con tutta la pesante artiglieria , di cui faceva parte il grosso
cannone detto LA MERLA . Il passaggio avvenne a Casalmaggiore per raggiungere Mirandola. A ricordo di questo passaggio, avvenuto nel gennaio 1511 , si dicono tuttora i giorni della MERLA .
Secondo il Monterosso la neve durò sino al successivo maggio.....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I giorni della Merla
MessaggioInviato: 30/01/2017, 21:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/12/2015, 16:43
Messaggi: 269
Regione: Milano-Venezia
memorie storico-politiche di casamaggiore dell'abate giovanni romani.
si parla dell'attraversamento dei francesi ma non del cannone.

Cita:
anno 1510

alli 20 di gennajo 1510 l'esercito del re di francia passò sopra il po agghiacciato a casalmaggiore.
altri riferiscono siffatto singolare fenomeno avvenuto sotto il giorno 17 detto mese.
l'esercito francese che lo traversò recossi al soccorso della mirandola e col beneficio appunto delle fosse congelate di quella fortezza fu agevolato al papa giulio ii di batterla e di prenderla.

il fatto vien riferito dal lodi in questi termini:
"l'anno 1510 gelò il po sopra il quale passarono circa cinque mille francesi mandati per soccorrere la mirandola assediata dall'esercito della chiesa ma fu anco presa entrando il nemico per la fossa gelata; la cui presa avendo quelli, cioè i francesi, intesa nell'andarvi, ritornarono indietro e ripassarono il po sul medesimo ghiaccio a casalmaggiore".

il muratori peraltro riporta a principio dell'anno 1511 tanto il freddo straordinario testè riferito quanto l'ostinato assedio della fortezza della mirandola promosso in persona dal pontefice giulio ii.
ci fa sapere in oltre che carlo d'ambosia, signor di sciomonte e governatore di milano pel re di francia, fu molto biasimato dal suo sovrano per non aver soccorso in tempo gli assediati della mirandola, motivo per cui tentò di prender modena onde riparare in qualche modo il leso suo onore, ma che, infermatosi, morì in correggio li 10 marzo 1511, lasciando il provvisorio comando dell armata a gian jacopo triulzio, maresciallo di francia.
il che s'è vero non sussiste il ripassaggio di quel'armata per casalmaggiore nell'epoca indicata dal nostro lodi.

_________________
i dettagli in cronaca


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I giorni della Merla
MessaggioInviato: 30/01/2017, 23:09 
Non connesso

Iscritto il: 26/12/2016, 12:11
Messaggi: 164
Regione: emilia
Illustre riscontro che le Sue ricerche sono molto circostanziate e in tanti elementi combaciano con quanto affermato da Mons. Mori : provenieza Casalmaggiore , direzione Mirandola , 5000 francesi.
Sembra inoltre , secondo l'autore , che i giorni di gennaio del 1511 fossero il 14 , 15 e 16.
Possibile allora che il cannone Merla fosse trainato dai loro mercenari di Caselmaggiore e ci abbiano poi BOMBARDAto con il LUNGO cannone ?
Dai nomi sopra indicati qualche sospetto mi rimane.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Nonostante tutto, orgoglioso di essere italiano
Theme designed by stylerbb.net © 2008 modified by Ike
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]