Oggi è 24/09/2018, 10:03



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 28 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: curiosità: petriera, cannone a retrocarica nel '400.
MessaggioInviato: 03/12/2015, 16:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/12/2015, 16:43
Messaggi: 269
Regione: Milano-Venezia
per professione, ho due difetti.
la curiosità.
e il vizio di documentarmi alle fonti, invece che sul sentito dire.

anni fa fu esposto il *relitto del vetro*, un relitto di nave commerciale trovato nel golfo di venezia.
fra le suppellettili della nave estratte dal mare c'era un oggetto in apparenza ispiegabile.
era una petriera, o un petriere.
così ho appreso che la retrocarica non è un'invenzione di metà ottocento.
il cannone a retrocarica è nato subito, insieme con l'artiglieria.

scattata la curiosità, primo viziaccio, passai al secondo vizio e mi documentai un pochino sui documenti originali.

prima particolarità, appunto, la retrocarica.
seconda particolarità: la canna - udite udite - di legno.

le petriere tiravano sassate poderose.
penso che fossero state usate in gran numero nella battaglia navale di cremona (1431) narrata in altro topic dal rombaball.
le navi commerciali ne montavano alcune, per autodifesa o per pirateria leggera, ma quelle da guerra come le ganzerre e i redeguardi pavesi descritti da rombaball immagino che montassero numerosi petrieri.
Immagine

com'era fatta la petriera? (o il petriere)

dipende dai modelli, dall'epoca e dalle esperienze, ma qui riassumo le tipologie:
legno
metallo
ibrido legno+metallo (canna di legno, culatta di ferro)

quelli con canna di legno (o canna parzialmente di legno) erano composti da doghe, cioè il cilindro della canna era formato da lunghe doghe giustapposte e poi rafforzate da cerchi di ferro.
insomma, la struttura di una botte (ovviamente con dimensioni e rinforzi diversi).

il dispositivo di retrocarica (così nei petrieri che ho visto) era così disposto:
- un'apertura rettangolare sulla parte superiore della culatta,
- un cucchiaione di ferro, a forma di boccale (il mascolo) che entrava preciso preciso nell'apertura della culatta, chiudendola.

il mascolo aveva cioè la funzione di cartuccia e di otturatore insieme.

le petriere si mettevano su forcellone basculante sulla murata, come poi si fece anche con gli spingardoni e l'altra artiglieria leggera.

Immagine

Immagine

questi piccoli pezzi d'artiglieria erano quelli preferiti dagli armatori privati per le navi commerciali, per il loro costo modesto e la semplicità d'uso; però l'uso del ferro (o addirittura del legno, di breve durata) soffriva presto la corrosione, e inoltre l'otturatore a boccale non consentiva calibri importanti.
quindi i petrieri, pur semplici nell'uso, furono prima realizzati sempre più simili all'artiglieria maggiore (cioè in fusione di pronzo invece che di ferro forgiato o legno+ferro) e poi abbandonati a vantaggio di spingarde, colubrine e altri pezzi di calibro minore.

l'artigliere (in genere un marinaio e non un vero artigliere. parliamo soprattutto di navi commerciali) riempiva il boccale di ferro con la polvere nera, ci metteva il ciottolone da lanciare.
insomma, preciso a una munizione moderna d'artiglieria: il bossolo metallico con la carica e il proiettile.
poi infilava il mascolo (la munizione) nell'apertura della canna, come un bossolo con proiettile.
stringeva il ferma-mascolo, per evitare che con lo scoppio il bossolo volasse per aria.
fuoco alle polveri.
pèm.
poi fuori il mascolo, nuova carica e nuovo sparo.

quando uscì il film *il mestiere delle armi* di ermanno olmi, nelle prime scene si vedono alcuni falconetti a retrocarica.
in sala, i soliti esperti so-tutto brontolarono ad alta voce: *a retrocarica? che bestialità!*.
mi venne la pelle d'oca, a tanta sicumera, sapendo che invece la retrocarica esisteva. eccome!

Immagine

_________________
i dettagli in cronaca


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: curiosità: petriera, cannone a retrocarica nel '400.
MessaggioInviato: 03/12/2015, 23:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/12/2015, 16:43
Messaggi: 269
Regione: Milano-Venezia
ps.

all'archivio di stato di casalmaggiore ho trovato un libretto di uso e manutenzione di un petriere del xv secolo.

e spiega come svitare la culatta.


uàh uàh uàh scherzone!

_________________
i dettagli in cronaca


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: curiosità: petriera, cannone a retrocarica nel '400.
MessaggioInviato: 03/12/2015, 23:34 
Non connesso

Iscritto il: 11/01/2015, 23:34
Messaggi: 2099
Regione: Toscana
Ricordavo queste piccole artiglierie a retrocarica... non sapevo delle canne in legno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: curiosità: petriera, cannone a retrocarica nel '400.
MessaggioInviato: 05/12/2015, 22:09 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 17/04/2013, 7:45
Messaggi: 2870
Località: Pavia
Regione: Lombardia
Non ho trovato notizie sulla petriera con canna in legno.

Tutte quelle che ho trovato riguardano fusioni in bronzo o in ferro,
ma legno nisba.

Dando per buana l'esistenza della petriera in legno, questa aveva una logica solo su navi commerciali e poteva essere usata solo per un colpo.

In pratica monouso.

Su tutte le navi i marinai erano anche pratici di falegnameria,
questo perchè parti della nave si rompevano in continuazione.

Era quindi possibile costruire una petriera in legno a doghe, come una botte.

Il problema (o la furtuna) era che la polvere nera era di pessima qualità,
inoltre la PN era stivata in botticelle e queste venivano sballottate in continuazione, per gravità i 3 componenti si stratificavano, in pratica il carbone, più leggero, galleggiava su zolfo e nitrato al momento buono le percentuali dei 3 componenti erano molto differenti da quelle giuste.

Questo era una fortuna se la petriera era in legno perchè così non sarebbe esplosa e se andava bene magari tirava anche un colpo...di più dubito.

Ciao, Rombaball

_________________
“Meglio fare e pentere che starsi e pentirsi”
Decameron, 1349/51 - Giovanni Boccaccio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: curiosità: petriera, cannone a retrocarica nel '400.
MessaggioInviato: 06/12/2015, 13:34 
Non connesso

Iscritto il: 13/10/2015, 23:10
Messaggi: 448
Regione: piemonte
Rombaball ha scritto:
Non ho trovato notizie sulla petriera con canna in legno.

Tutte quelle che ho trovato riguardano fusioni in bronzo o in ferro,
ma legno nisba.

Dando per buana l'esistenza della petriera in legno, questa aveva una logica solo su navi commerciali e poteva essere usata solo per un colpo.

In pratica monouso.

Su tutte le navi i marinai erano anche pratici di falegnameria,
questo perchè parti della nave si rompevano in continuazione.

Era quindi possibile costruire una petriera in legno a doghe, come una botte.

Il problema (o la furtuna) era che la polvere nera era di pessima qualità,
inoltre la PN era stivata in botticelle e queste venivano sballottate in continuazione, per gravità i 3 componenti si stratificavano, in pratica il carbone, più leggero, galleggiava su zolfo e nitrato al momento buono le percentuali dei 3 componenti erano molto differenti da quelle giuste.

Questo era una fortuna se la petriera era in legno perchè così non sarebbe esplosa e se andava bene magari tirava anche un colpo...di più dubito.

Ciao, Rombaball


Ho passato molto tempo della mia gioventù al Museo Nazionale di Artiglieria in Torino. ne è stato Direttore anche un mio lontano parente, conservo alcune riviste dell'Accademia di S. Marciano datate 1955, oltre a diversi tomi della Storia dell'Artiglieria Italiana.
Non ho mai saputo che esistessero armamenti con canne in legno.
Vi sono evvero diverse bocche molto antiche che erano fasciate con continui cerchioni di ferro ma, non ne ho mai vista una la cui anima fosse in legno.

Può essere che certe terminologie, seppur lette da esperti o scritte da contemporanei, diano adito a fraintendimenti?

Per la semiretrocarica, nulla di nuovo sotto il sole, abbandonata per la estrema pericolosità del mascolo che moltissime volte diventava un proiettile per gli stessi artiglieri, oltre a essere di difficile posizionamento dopo pochissimi colpi, inoltre i gas di sparo erano tali e tanti che fecero sì che si ritornasse all'usuale.
In fondo era dal 1280 poco più poco meno che si usavano le bocche da fuoco in ferro.

Ciao
Maon


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: curiosità: petriera, cannone a retrocarica nel '400.
MessaggioInviato: 07/12/2015, 1:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/12/2015, 16:43
Messaggi: 269
Regione: Milano-Venezia
posso sbagliarmi tuttavia, sollecitato dai quesiti di rombaball, che vedo cnfermati dai dubbi di maon, stanotte ho cercato tramite gooooooogle qualcosa in più sui petrieri rispetto a quanto ricordavo e sì, da qualche parte (ohè, lettura notturna di stanotte, ora non ritroverei il link in quattro e quattr'otto. inoltre ora sono disperso in laguna remota e ho pochissimo segnale) oggi ho trovato nuova conferma che spesso l'anima di questi piccoli pezzi primitivi era di legno con rinforzi di cerchiature di ferro.

chiaramente penso che armi del genere reggessero pochi colpi, forse non più di quelli necessari in un combattimento, ma, come suggerisce anche rombaball, i carpentieri di bordo avrebbero potuto replicarne diversi esemplari sostitutivi.
insomma, macchine lanciasassi e niente più.
tant'è che quei pochi che sono arrivati a noi sono già più evoluti, petrieri di fusione di bronzo come la foto che hompostato sopra.

però ricordo con nitidezza di avere visto con i miei begl'occhietti grigi le doghe di legno e le fermature di ferro.

_________________
i dettagli in cronaca


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: curiosità: petriera, cannone a retrocarica nel '400.
MessaggioInviato: 07/12/2015, 9:54 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/10/2010, 18:07
Messaggi: 9487
Località: Ducato di Lucca
Regione: Toscana
Interessante.

Continuate così che si legge volentieri.

_________________
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
Immagine

"Scrivo i pipponi perché so le cose" cit. Lungo Fucile detto "il modesto", 26.03.2015.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: curiosità: petriera, cannone a retrocarica nel '400.
MessaggioInviato: 07/12/2015, 14:54 
Non connesso

Iscritto il: 13/10/2015, 23:10
Messaggi: 448
Regione: piemonte
Ike ha scritto:
Interessante.

Continuate così che si legge volentieri.


Ci provo:


Anche io ho esteso la ricerca e penso che si possa desumere che vi sia stato un fraintendimento fra i petrieri e le lanterne
che erano i contenitori dei vari prroiettili con cui venivano caricati i medesimi.


https://books.google.it/books?id=Q7kWAA ... hi&f=false

Dizionario della lingua italiana, Volume 4
Di Niccolò Tommaseo,Bernardo Bellini

alla voce Petriero o Petriere, ad un certo punto potrebbe esserci il passo che determina la confusione sul "petriere in legno.

Se si legge bene quando si parla di proietti che vengon utilizzati da esso, vi è la descrizione di ciò che veniva caricato.
omissis
......123 le lanterne di doga di legno per li pezzi ferrieri si faranno lunghe quattro palle; se son di ferro due e mezza: se per li petrieri, di legno una e due terzi;
di ferro una e due terzi;
( penso che la virgola tra petriere e di di legno.....spieghi il fraintendimento)

Se continuate nella lettura vedrete che le "lanterne" sono i contenitori di brecce o pezzi di ferro con le quali si caricavano i petrieri.

Però con i miei begli occhietti marron : Chessygrin : non ho visto disegni o raffigurazioni o reperti che abbian la canna di legno : Smile :

Ciao
Maon


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: curiosità: petriera, cannone a retrocarica nel '400.
MessaggioInviato: 07/12/2015, 17:30 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 17/04/2013, 7:45
Messaggi: 2870
Località: Pavia
Regione: Lombardia
<inoltre ora sono disperso in laguna remota e ho pochissimo segnale<
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Laguna sud o nord ?

Allegato:
Commento file: Laguna sud, tre anni fà, verso Cason Zappa,
1 mano di trezaroli e cerata.

img24.jpg
img24.jpg [ 43.81 KiB | Osservato 5165 volte ]



Ciao, Rombaball

_________________
“Meglio fare e pentere che starsi e pentirsi”
Decameron, 1349/51 - Giovanni Boccaccio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: curiosità: petriera, cannone a retrocarica nel '400.
MessaggioInviato: 07/12/2015, 17:42 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 17/04/2013, 7:45
Messaggi: 2870
Località: Pavia
Regione: Lombardia
La vesione di Maon è più logica.

@
Gazzettiere

Tu non si pratico di armi ed in particolare di armi ad avancarica.

La culatta e la canna dell'avancarica è in metallo molto spesso perchè le pressioni che la PN sviluppa sono notevoli.

Lo spessore dell'avancarica è più del doppio di quelle a polvere infume (moderne)

Qui ora bisognerebbe aprire un pippone sul rapporto tra il peso del proiettile e la velocita di combustione della polvere, (deflagrante o detonante)
...ma non ho voglia : Chessygrin :


Ciao, Rombaball

_________________
“Meglio fare e pentere che starsi e pentirsi”
Decameron, 1349/51 - Giovanni Boccaccio


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 28 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Nonostante tutto, orgoglioso di essere italiano
Theme designed by stylerbb.net © 2008 modified by Ike
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]