Oggi è 26/05/2018, 12:03



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 43 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio primo fucile
MessaggioInviato: 08/04/2018, 23:40 
Non connesso

Iscritto il: 02/02/2016, 1:47
Messaggi: 1984
Regione: Romagna
Il dott M. C. dell'ARTA Roma è il Massimo ( : Chessygrin : ) per quello che riguarda tiro e fucili ad avancarica


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio primo fucile
MessaggioInviato: 09/04/2018, 2:16 
Non connesso

Iscritto il: 07/04/2018, 3:19
Messaggi: 28
Regione: RM
E' da lui che ho acquistato il mio fucile:
https://youtu.be/yEhhsISc2io


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio primo fucile
MessaggioInviato: 09/04/2018, 7:41 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 17/04/2013, 7:45
Messaggi: 2768
Località: Pavia
Regione: Lombardia
@Claudius
"...ho fotografato anche la volata, che mi sembra rifinita in modo piuttosto orrendo, mi chiedo se le armi originali fossero rifinite meglio".

Tutto dipende dal committente finale.

Il fucile della truppa borbonica era fatto con il culo e rifinito con i piedi,
perchè il soldato non sapeva usarlo e in battaglia, contro i garibaldini, l'avrebbe usato come una clava o come supporto della baionetta.

L'ufficiale invece voleva un'arma rifinita con decorazioni baroche, molto arzigogolate ma anche lui l'avrebbe usata poco, voleva solo pavoneggiarsi.

Nell''800 o fine '700, il trapper solitario che viveva per anni in solitudine sulle montagne dell'america, cacciando orsi e castori che olio usava per impregnare il suo fucile ?

I russi, ancora adesso, sulle armi economiche, usano una vernice che resta appiccicosa per sempre, la stessa che usavano sui Mosin-Nagant che davano alla truppa nella 2° guerra mondiale ed anche prima, non sciuga mai e le rifiniture sono a lima grossa o addirittura a mola smeriglio.

Dai un occhio a questa recensione che ho fatto qualche anno fà.
http://www.armichepassione.com/recensio ... kal-izh35m

Ma fanno anche armi belle, rifinite bene,
https://www.baikalinc.ru/
tutto dipende a chi e destinata l'arma. ( $ op € )


Ciao, Rombaball

_________________
“Meglio fare e pentere che starsi e pentirsi”
Decameron, 1349/51 - Giovanni Boccaccio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio primo fucile
MessaggioInviato: 09/04/2018, 9:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3805
Regione: calabria
Rombaball..... Ma un fucile borbonico ancora originale lo hai mai visto ?
Le truppe borboniche era solo volontari e professionisti,
Pensa che uno dei maggiori "briganti" o meglio uno dei maggiori comandanti dei gruppi partigiani che diede maggior filo da torcere ai piemontesi...era solo un sergente della ex truppa borbonica.

I piemontesi adottarono la segnaletica della marina borbonica riconoscendola superiore alla loro e la usarono nella nuova marina italiana.

Riguardo le armi Russe.... Prova a guardare nelle classifiche delle gare exordinanza in quanti li usano con profitto. (che poi in tempi di guerra si usa quel che si ha il discorso e diverso)
E comunque le armi Russe furono e tutt'ora sono sempre tecnologicalmente avanzati rispetto alle armi occidentali. (se non lo fossero gli anglosionisti li avrebbero già attaccati invece di limitarsi a sparlare a distanza di sicurezza)

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio primo fucile
MessaggioInviato: 09/04/2018, 10:57 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 17/04/2013, 7:45
Messaggi: 2768
Località: Pavia
Regione: Lombardia
<Rombaball..... Ma un fucile borbonico ancora originale lo hai mai visto ?<
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
Si lo so' di averti punto nel tuo orgoglio meridionalista. : Chessygrin :

Ma tu, dicendo che di armi borboniche originali non se ne vedono in giro,
mi confermi che erano dei ferri inutili o quasi.

Se un'arma funziona viene riciclata magari da caccia,
se è un ferro la si trasforma in atrezzo agricolo.



<Riguardo le armi Russe.... Prova a guardare nelle classifiche delle gare exordinanza in quanti li usano con profitto. (che poi in tempi di guerra si usa quel che si ha il discorso e diverso)<
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
Di armi russe ne ho 4,
e confermo che sono precisissime,
ma confermo anche che sono rifinite da un cosacco in crisi di astinenza da alcolici : Chessygrin :
(perchè da ubriaco lavora molto meglio)


<E comunque le armi Russe furono e tutt'ora sono sempre tecnologicalmente avanzati rispetto alle armi occidentali. (se non lo fossero gli anglosionisti li avrebbero già attaccati invece di limitarsi a sparlare a distanza di sicurezza)<
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
E' vero. : Thumbup :
Ma quì si parlava di rifinitura delle armi.


Ciao, Rombaball

_________________
“Meglio fare e pentere che starsi e pentirsi”
Decameron, 1349/51 - Giovanni Boccaccio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio primo fucile
MessaggioInviato: 09/04/2018, 12:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3805
Regione: calabria
Rombaball ulteriormente confermi che poco conosci la storia .
Le armi borboniche furono riconvertite, e la stragrande maggioranza che si trovano in giro sono state riconvertite dai piemontesi.

Non e un discorso di "campanilismo" ma di ricerca storica, fatti un giro nei musei e cerca una qualche arma originale e non rimaneggiata. (rare)

Per completare, a Catania in un museo dentro un castello e conservata la prima rivoltella creata al mondo. Logicamente ad avancarica , con quattro camere per tamburo, rotazione manuale delle camere, fermo a molla che allinea camera a canna, logicamente a pietra con martellina e scodella porta polvere una per camera.
A proposito..... Rombaballl da quanto non entri in un museo ?

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio primo fucile
MessaggioInviato: 09/04/2018, 13:39 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 17/04/2013, 7:45
Messaggi: 2768
Località: Pavia
Regione: Lombardia
Mimmo non ci capiamo.

<Per completare, a Catania in un museo dentro un castello e conservata la prima rivoltella creata al mondo. Logicamente ad avancarica , con quattro camere per tamburo, rotazione manuale delle camere, fermo a molla che allinea camera a canna, logicamente a pietra con martellina e scodella porta polvere una per camera.<
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Non devi confondere la cacca con il cacao

Io ho detto che alla vil soldataglia venivano dati dei ferri buoni solo per il corpo a corpo,
mentre agli ufficiali venivano date armi più o meno rifinite in base al grado
(se poi erano bravi ad usarle ho dei dubbi)

Del resto se un migliaio di non-soldati, decentemente armati, sbarcati a Palermo, si sono fatti tutta la Sicilia, la Calabria, la Campania ecc.
e delle truppe regolari non sono riuscite a bloccarle, non dico alla periferia di Palermo ma allo stretto di Messina...

Beh un qualcosa che non va nelle truppe meridionali io ce lo vedo.


Ciao, Rombaball

_________________
“Meglio fare e pentere che starsi e pentirsi”
Decameron, 1349/51 - Giovanni Boccaccio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio primo fucile
MessaggioInviato: 09/04/2018, 15:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3805
Regione: calabria
Questa e la ennesima conferma che non si conosca la Storia, e che si crede alla versione di propaganda che i vincitori elevarono a storia.
E risaputo che i famosi "mille" sbarcati a Milazzo furono lasciati passare da alti ufficiali come i generali e diretti sottoposti napoletani corrotti dalla massoneria inglese.
I la truppa dell'esercito Borbonico erano volontari professionisti e conoscevamo benissimo il loro mestiere (e dalle azioni partigiane che svolsero sembra che fossero migliori dei piemontesi)

Riguardo le armi napoletane, erano di tutto rispetto visto che il sistema industriale del regno delle due Sicilie era migliore e piu progredito del resto della Italia ed uno dei primi a livello europeo.
Ed i piemontesi una Dell prime iniziative fu di trasferirlo al nord compreso le maestranze.

Mi ripeto, al di la del campanilismo si tratta di aver voglia di culturizzarsi ricercando i fatti nei documenti e nelle testimonianze e non nella propaganda di parte

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio primo fucile
MessaggioInviato: 09/04/2018, 20:56 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 17/04/2013, 7:45
Messaggi: 2768
Località: Pavia
Regione: Lombardia
E' inutile...
Mimmo non vuole capire che il mio era un esempio di come venivano rifinite le armi, della differenza tra quelle date alla truppa e quelle date agli ufficiali...

Mi fermo qui.


Ciao, Rombaball

_________________
“Meglio fare e pentere che starsi e pentirsi”
Decameron, 1349/51 - Giovanni Boccaccio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio primo fucile
MessaggioInviato: 09/04/2018, 22:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3805
Regione: calabria
Rombaball ha scritto:
E' inutile...
Mimmo non vuole capire che il mio era un esempio di come venivano rifinite le armi, della differenza tra quelle date alla truppa e quelle date agli ufficiali...

Mi fermo qui.


Ciao, Rombaball

nel tuo (primo) post tu hai scritto questo :
Rombaball ha scritto:
cut...cut...
Il fucile della truppa borbonica era fatto con il culo e rifinito con i piedi,
perchè il soldato non sapeva usarlo e in battaglia, contro i garibaldini, l'avrebbe usato come una clava o come supporto della baionetta.
cut...cut...
Ciao, Rombaball

sei in condizione di dimostra quanto da te affermato , e con documenti storici e reperti depositati in musei o collezioni private ?

quindi due le cose:
o quanto affermi e vero e lo dimostri con le prove,
o quanto dichiari e frutto di ignoranza e pregiudizio.

io posso dimostrare la veridicità di quanto affermo, con tanti documenti storici ufficiali, e prove museali.

al regno delle due sicilie si può accusare che fosse "pacifico" e non fissato con il militarismo come il piemontese e che sempre guerregiava (caricandosi di debiti che per ripagare fu costretto ad eseguire l'invasione del regno borbonico)
e che le armi borboniche si ispiravano alle armi francesi e che quasi ne erano simili
e che molte (nel periodo) erano ancora a canna liscia e poche le rigate.
ma come qualità e funzionamento erano e sono ancora (le sopravissute) ineccepibili

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 43 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Nonostante tutto, orgoglioso di essere italiano
Theme designed by stylerbb.net © 2008 modified by Ike
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]