Oggi è 22/10/2017, 6:47



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Cani
MessaggioInviato: 14/02/2017, 13:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/11/2012, 20:49
Messaggi: 1501
Regione: piemonte
anche da parte mia. : Sad :

_________________
ten driss Cuion che tuch i sciopp in bunn!!!
"Nonno Carlo".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cani
MessaggioInviato: 14/02/2017, 15:34 
Non connesso

Iscritto il: 28/04/2016, 19:05
Messaggi: 804
Regione: Alabama
Un Ricordo di quando Scout era giovane e forte...


Era una fredda mattina di Gennaio. Kalsin Lake, la laguna costiera dova avevo il mio capanno permanente, era gelata, coperta di ghiaccio spesso un pollice. Ma uno specchio d'acqua vicino al capanno era aperto, grazie ad un ruscello che vi sfociava e che, col movimento dell'acqua che versava nella laguna, aveva prevenuto il formarsi del ghiaccio fino a una ventina di metri dalla riva. C'erano poche anatre in giro, ma quelle poche non avevano scelta: se volevano ammarare dovevano metter giu' le zampine in quei piccoli specchi ancora aperti alla foce dei due ruscelli che sfociavano nella laguna. Avevo messo soltanto quattro o cinque stampi in acqua a pochi metri dalla riva, e altrettanti sulla neve della riva. Avevo gia' abbattuto due o tre "mareggiane," come le chiamano a Fogliano. Gadwalls, in inglese. Scout, seduta accanto a me sulla panca del capanno, era bagnata fradicia e rabbrividiva incessantemente. Io la tenevo stretta a me col braccio destro nel futile tentativo di tenerla un po' piu' calda. Sento due schioppettate provenienti dalla mia sinistra e mi preparo. Speravo che se scacciate dall'altro specchio aperto le anatre sarebbero venute al mio. Ed infatti un gruppetto di gadwalls seguito da un bel germano maschio sorvolarono andando dritti e veloci il mio specchio d'acqua senza accennare a volersi posare. Istintivamente alzai il Remington e tirai al germano. Accuso' la botta, ma invece di piombare giu' accartocciato apri' le ali e plano' come un aereo che fa un atterraggio di fortuna. A contatto col ghiaccio si cappotto' e rimase a pancia all'aria, sbattendo fievolmente un'ala per pochi secondi e poi spegnedosi. Se il ghiaccio fosse stato un po' piu' spesso non avrei mandato Scout a raccoglierlo. In una laguna semisalmastra il giaccio non e' mai spesso abbastanza ovunque da sostenere il peso di un cane, e se in un punto dove il ghiaccio e' piu' sottile o "marcio" per l'azione del sale si dovesse rompere. il cane non sarebbe capace di risalire sul ghiaccio piu' spesso e annegherebbe dopo aver perso le forze nell'acqua gelida. Ma il ghiaccio non era ancora cosi' spesso e, sebbene esitando e con un certo timore le ordinai: "Fetch!" (Riporta!). Col senno di poi penso di aver fatto una stronzata, ma spesso, come voi ben sapete, l'avidita' di raggiungere, ghermire, fare completamente nostra una preda abbattuta ci fa fare cose che forse non dovremmo fare. C'erano cento metri di ghiaccio fra il margine dello specchio aperto al germano. Scout si tuffo' nell'acqua gelida e raggiunse l'orlo del ghiaccio. Mise le zampe anteriori sul ghiaccio, e col suo peso lo ruppe, guadagnando un mezzo metro. Come una nave rompighiaccio la cui prua sale sul ghiaccio e, rompendolo, scende in acqua per poi risalire sul ghiaccio piu' in la', Scout apri' una striscia d'acqua lunga cento metri fino a raggiungere il germano. Lo abbocco', ed il ritorno fu piu' facile perche' potette nuotare normalmente. Ma sebbene esultassi per il recupero della preda e per il coraggio e abnegazione mostrati dalla mia Scout, cominciai a preoccuparmi seriamente perche' vedevo che nuotava sempre piu' lentamente. Ma piano piano raggiunse l'acqua bassa, tocco' il fondo con le zampe e ne fu rinvigorita, come Anteo quando la Madre Terra gli restituiva le forze quando lottava contro Ercole. Mi porse con orgoglio il germano, e si sgrullo' facendomi una doccia gelida che ben meritavo per averla mandata a fare quel riporto del diavolo. Non potetti resistere. Posai germano e fucile nella neve della riva, mi inginocchiai davanti a lei e l'abbracciai a lungo.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Nonostante tutto, orgoglioso di essere italiano
Theme designed by stylerbb.net © 2008 modified by Ike
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]