Oggi è 20/10/2019, 23:12



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 27 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: ... una barba conosciuta...
MessaggioInviato: 08/08/2019, 23:41 
Non connesso

Iscritto il: 07/04/2018, 3:19
Messaggi: 269
Regione: RM
Il confronto è sempre utile e interessante, però avrei preferito una distanza superiore ai 100m e parità degli organi di mira. Cmq bel risultato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ... una barba conosciuta...
MessaggioInviato: 09/08/2019, 9:30 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/10/2010, 18:07
Messaggi: 9862
Località: Ducato di Lucca
Regione: Toscana
Saltner ha scritto:
Xé mejo far invidia che pecá : Chessygrin :
Poi la zavorra serve per domare il Gibbs


Allora ettolo spara col cannone in imbracciata, vedessi che panza arrogante che ha ......

_________________
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
Immagine

"Scrivo i pipponi perché so le cose" cit. Lungo Fucile detto "il modesto", 26.03.2015.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ... una barba conosciuta...
MessaggioInviato: 09/08/2019, 12:13 
Non connesso

Iscritto il: 07/04/2018, 3:19
Messaggi: 269
Regione: RM
Se mi posso permettere, un'altra osservazione riguarda ciò che è stato scritto sulla pulizia. E' vero che le armi ad avancarica richiedono tempo e dedizione, ma spesso vengono svolte vere e proprie operazioni di terrorismo psicologico per ciò che riguarda la pulizia.

Innanzitutto i residui "altamente corrosivi", come se il fucile o la pistola dopo aver sparato dovessero di colpo diventare un ammasso informe di ruggine. Non è così, io e miei colleghi tiratori dopo una sessione di tiro pratichiamo una normale pulizia da campo, per poi procedere ad una più approfondita alla fine delle settimana.

Questo vuol dire che normalmente effettuo senza problemi 2 o 3 sessioni settimanali intervallate da fasi di pulizia operate con Ballistol diluito in acqua (1:7), e poi lubrificazione finale con Ballistol o simili.

Dopo l'ultima sessione di tiro può accadere che lasci il fucile per 2, 3 o anche 5 giorni senza pulire, perché da una parte è già pulito abbastanza, dall'altra anche dieci giorni non sarebbero sufficienti ai residui "altamente corrosivi" a corrodere alcunché (diverso però è il caso delle parti dell'arma e dei bossoli in ottone nel caso di armi a retrocarica a polvere nera, che dovrebbero essere sempre puliti subito).

Dico questo perché ho conosciuto molte persone che pur avendo avuto esperienza con armi ad avancarica, ad un certo punto allargano le braccia dicendo "sì bella l'avancarica, ma la pulizia delle armi...". Oppure di persone che vorrebbero accostarsi al mondo dell'avancarica che poi decidono di non farne più nulla perché terrorizzate dalla pulizia della armi, manco dovessero pulire un cannone navale da 400mm.

Insomma, l'ignoranza che normalmente affligge il mondo dell'avancarica sembra essersi riflessa anche nell'articolo di Saltner, che comunque è fatto bene, con buone foto e con dati molto interessanti.

Ma un tiratore che usa un fucile moderno è davvero così veloce a pulire le sue armi dopo una sessione di tiro? A me non sembra, a meno che il tiratore di cui sopra non decida di pulire il fucile a casa sua, ma i tempi della pulizia da campo e quella approfondita ed estesa, sono paragonabili all'avancarica.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ... una barba conosciuta...
MessaggioInviato: 09/08/2019, 13:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/11/2015, 20:27
Messaggi: 1585
Regione: Puglia
Claudius ha scritto:
Dopo l'ultima sessione di tiro può accadere che lasci il fucile per 2, 3 o anche 5 giorni senza pulire, perché da una parte è già pulito abbastanza, dall'altra anche dieci giorni non sarebbero sufficienti ai residui "altamente corrosivi" a corrodere alcunché (diverso però è il caso delle parti dell'arma e dei bossoli in ottone nel caso di armi a retrocarica a polvere nera, che dovrebbero essere sempre puliti subito).

non sono daccordo con questa metodologia, (almeno per quanto riguarda la canna) quando ho tempo ti spiego il perché.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ... una barba conosciuta...
MessaggioInviato: 09/08/2019, 15:08 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/10/2010, 18:07
Messaggi: 9862
Località: Ducato di Lucca
Regione: Toscana
Io pulisco ancora meno e non ho mai avuto problemi.

_________________
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
Immagine

"Scrivo i pipponi perché so le cose" cit. Lungo Fucile detto "il modesto", 26.03.2015.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ... una barba conosciuta...
MessaggioInviato: 09/08/2019, 16:33 
Non connesso

Iscritto il: 07/04/2018, 3:19
Messaggi: 269
Regione: RM
Io stesso quando ho iniziato con l'avancarica ho avuto il terrore di vedere comparire macchie di ruggine sulle armi, poi quando ho iniziato ad usare il revolver 1858 New Army di Uberti e vedere che in questo caso lo sporco è davvero invasivo, dopo magari 5 o 6 tamburi, allora ho iniziato a fare la cosiddetta "pulizia da campo", perché se davvero ogni volta devi mettere a bagno ogni parte del revolver, allora vuol dire che ai tempi del vecchio West i pistoleri erano soprattutto esperiti in lavanderia.

Invece con metodo si riesce a tenere il revolver pulito ed efficiente e ad affrontare sessioni ravvicinate senza difficoltà. Ovviamente ad intervalli regolari va sempre fatta una pulizia approfondita. Lo stesso vale per il revolver Colt 1873 di Pietta, che analogamente al 1858 NA, dopo qualche cilindro con cartucce caricate a suon di 27gn di polvere nera, assomiglia più ad una vecchia locomotiva che ad un revolver.

Ovviamente queste armi sono tutt'oggi efficienti, perfette e senza un punto di ruggine, a maggior ragione i fucili a percussione, che avendo una meccanica meno complicata sono meno soggetti ad insudiciarsi e più facili da pulire.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ... una barba conosciuta...
MessaggioInviato: 09/08/2019, 17:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 05/03/2016, 15:43
Messaggi: 531
Località: Ghenebe
Regione: Siben Komoine
Io pulisco appena arrivo a casa, ma ciò è dettato dal fatto che potrebbe passare una settimana come un mese per il ritorno al poligono.

_________________
Solo quando una zanzara si posa sui testicoli, ti rendi conto che c'è sempre un modo per risolvere i problemi senza usare la violenza


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ... una barba conosciuta...
MessaggioInviato: 09/08/2019, 23:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/11/2015, 20:27
Messaggi: 1585
Regione: Puglia
Ike ha scritto:
Io pulisco ancora meno e non ho mai avuto problemi.

caro amministratore, qui non si parla di pulizia di armi a infume, ma di avancarica a PN.
quindi, prima di dare una informazione a vanvera, riflettere....


@ claudius
preciso che, la pulizia che va fatta nell'arco della giornata è la canna interna, per salvaguardare la rigatura.
poi il resto se lo fai dopo 1-2-3-5 o 10 giorni è meno importante.

perché è importante fare la pulizia della canna nellarco della giornata?

Attenzione lo scrivo una volta sola quindi leggete bene fra le righe, perché non ho voglia di replicare per esprimere lo stesso concetto.

La polvere nera è composta con la maggior parte di nitrato di potassio, che varia tra il 70 e 80% dipende dalle composizioni.
L'azoto nitrico del nitrato di potassio è il primo responsabile della corrosione, (poi anche lo zolfo) lossidazione ha inizio istantaneamente, è chiaro che nel primo giorno la cosa è irrisoria, nel secondo invece gia si duplica, nel terzo si quadruplica e così via di giorno in giorno.

quello che succede, è una cosa del genere
Allegato:
Screenshot_2019-08-09-22-12-58-1-263x182.png
Screenshot_2019-08-09-22-12-58-1-263x182.png [ 100.74 KiB | Osservato 200 volte ]

quella che si vede in foto si chiama corrosione intergranulare.

La corrosione intergranulare è il tipo di corrosione che si verifica in corrispondenza dei bordi di grano del metallo senza intaccare profondamente la matrice del metallo stesso, causa gravi danni cioè il distacco dei grani, che nei casi più compromessi può portare alla rottura catastrofica del componente.

quella corrosione che vedi in foto, non è visibile a occhio nudo, quindi non potrai mai accorgertene se le rigature del tuo Gibbs hanno subito quel tipo di corrosione (adesso capisco perché nel vostro Gibbs si sono consumate le rigature) quando una rigatura subisce una corrosione intergranulare, puoi dire addio alla rigatura, a ogni colpo che spari c'è un distacco dei grani.
ecco perché un'arma che spara a PN la pulizia della canna va fatta in gionata, il resto te lo pulisci quando vuoi.

Quindi claudius, se in giro leggi che la pulizia (almeno della canna interna) va fatta in giornata, non è <terrorismo psicologico> ma buoni consigli di chi magari sa qualcosa pochino più di te in materia?

Poi, ogni cervello è un piccolo mondo a parte, e fa quel che gli pare....

e ringraziate Iddio che Rombaball è in ferie, altrimenti il pippone ve lo avrebbe scritto lui.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ... una barba conosciuta...
MessaggioInviato: 10/08/2019, 7:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 4407
Regione: calabria
fate una prova,
mettete della polvere nera su una lamiera di ferro e datele fuoco,
ci sara la fiammata spettacolare con residui,
residui secchi ed asciutti,
provate a misurare quanto tempo sti residui impiegano a diventare "umidi" (igroscopici)
e con l'arrivo dell acqua si ha:
che H2O scinde KNO3 in HNO3

HNO3 e acido nitrico che e talmente forte da corrodere anche i metalli nobili

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ... una barba conosciuta...
MessaggioInviato: 10/08/2019, 9:38 
Non connesso

Iscritto il: 07/04/2018, 3:19
Messaggi: 269
Regione: RM
Ed ecco ancora il terrorismo sulle stragi delle canne a polvere nera, con tanto di formule prese dal piccolo chimico. Ora io non ho ragione di dubitare su quanto si scrive sulla corrosione intergranulare o sull'acido nitrico, però voglio tranquillizzare sul fatto che le righe dei 'vostri Gibbs ' sono perfette, così come lo sono anche quelle degli altri due fucili e due revolver che posseggo. Inoltre, mi sembra di avere scritto chiaramente della pulizia da campo, concetto che mi sembra sia sfuggito, ma che resta comunque di fondamentale importanza, non solo nelle armi a polvere nera. Dimenticavo, il mio Gibbs è stato visitato da Pedersoli circa due mesi fa.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 27 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Nonostante tutto, orgoglioso di essere italiano
Theme designed by stylerbb.net © 2008 modified by Ike
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]