www.armichepassione.com
http://www.armichepassione.com/forum/

ottiche
http://www.armichepassione.com/forum/viewtopic.php?f=16&t=2281
Pagina 1 di 10

Autore:  Tigre [ 31/08/2018, 22:25 ]
Oggetto del messaggio:  ottiche

girovagando sul web, leggendo qua e la su tante marche di ottiche swarovski, zeiss, leupold, burris ecc. ecc. tutte ottiche che costano un occhio 1000-2000-3000€
mi imbatto su questo sito ebay
https://www.ebay.com/b/Carl-Zeiss-Hunti ... n_90463639

ottiche zeiss a quattro soldi voi ci credete? : Eeek : mah.... saranno cineserie imitazioni , se non è cosi vuol dire che tutte ste grandi marche è una grande presa per il culo, e sono fatte con materiali uguali alle ottiche che si trovano in commercio a 100 € che usano su le aria compresse.

Autore:  Giù [ 01/09/2018, 1:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: ottiche

Cinocopie... Che non vuol dire che non possano andare, però penso che su meccaniche di precisione ci siano tolleranze... Lavorazioni, robustezza e luminosità che queste ottiche non hanno.

Mi son sempre chiesto se ottiche di grande marca siano necessarie per il tiro da bancone, a distanze più o meno standard. Voglio dire... Un'ottica particolarmente luminosa sul campo di caccia può regalare un ultimo tiro quando magari la luce comincia a calare... Un'ottica particolarmente robusta può servire quando si fanno passaggi complicati a rischio di urti o se il tempo cambia e va a piovere.
Ma per il tiro dal bancone, quando si arriva, si leva la carabina dalla custodia e poi si ripone, tutto questo "eccesso di qualità" serve davvero o ci si può rivolgere a marche meno blasonate, di buona qualità ma senza lasciare migliaia di euro sul banco dell'amore? Per fare un esempio, serve comprare un grosso fuoristrada o una supersportiva per portare i bimbi a scuola ed andare a fare la spesa?

Autore:  mimmo002 [ 01/09/2018, 4:47 ]
Oggetto del messaggio:  Re: ottiche

daccordo con Giu'
il primo spartiacque tra ottiche buone e ottiche cattive fu quando i tedeschi (fine anni 30) inventarono un metodo per rendere i vetri delle ottiche piu' luminose rivestendole con ossidi metallici, la cosa fu segreto di stato fino al 1945 .
con la fine della guerra questa tecnica divento di dominio pubblico

il secondo sulla qualità fu nella realizzazione della meccanica di precisione interna
non tutte le aziende erano in condizione di realizzarla, fisicamente ogni azienda aveva i suoi tecnici e le sue macchine, ed ogni azienda al nome associava la qualità.

adesso con la globalizzazione e i trasferimenti all'estero sia di aziende che di personale questi due punti sono caduti. e possibile che una azienda rinomata utilizzi nelle sue ottiche particolari interni prodotti da aziende cinesi su loro ordinazione e progetto per solo ridurre i costi di realizzazione,
o addirittura spudoratamente copiati.

Autore:  Tigre [ 01/09/2018, 12:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: ottiche

Giù hai ragione in parte, al di là della luminosita, ma la robustezza non serve solo a caccia nei passaggi con rischio di urti, ma anche a sopportare il forte rinculo dei grossi calibri.

un'ottica economica è fatta economicamente cio significa che i materiali interni tipo gli ingranaggi dei clic. i supporti delle lenti sono fatti in plastica, quindi buoni per carabine max cal. 22 o pcp, su quelle a molla già non vanno bene bisogna una slitta ammortizzata per ammortizzare le vibrazioni rilasciate dalla molla.
queste ottiche dopo un po di uso i clic. non rispondono più si starano e non servono più, montate su un grosso cal. dopo due tre colpi le puoi buttare.

le ottiche invece costose di marche rinomate si presume che i materiali interni siano di una certa lega e gli ingranaggi dei clic resistino negli anni e i supporti delle lenti resistino ai contraccolpi dei grossi calibri. (anche se a mio avviso c'è il massimo del lucro per quanto riguarda i prezzi troppo esagerato)

ma, lasciomo un attimo tutto questo,
la mia preoccupazione invece è unaltra, se un armeria va in questo sito e si compra queste ottiche zeiss a 70-80€ e se le rivende a 1000-2000 ? come ti accorgi?
magari uno e qualche anno che medita per raccogliere il gruzoletto per fare una spesa una volta nella sua vita, cosa si ritrova?
o magari un privato si compra un'ottica di queste poi all'indomani la mette in vendita su armi usate a 700€ come usato : WohoW :
o tutte le zeiss sia quelle da 2000€ che queste da 80€ sono tutte uguali? voi pensate che la zeiss non sappia niente? altrimenti non avrebbe preso precauzioni?

una cosa è certa, io non comprerò mai un zeiss, a meno che zeiss non garantisce che sono tutte uguali sia le une che le altre.

Autore:  Giù [ 01/09/2018, 17:42 ]
Oggetto del messaggio:  Re: ottiche

Penso ci sia un certificato di autenticità... O almeno lo spero, con tanto di timbro dell'importatore. E poi da quelle che ho visto, esteticamente son perfette, non una sbavatura nelle stampe dei loghi. Una cinese si riconosce, ho una onesta cinese sull'aria cpmpressa, il suo lo fa ma si vedono i materiali poverini, non è luminosissima e la stampa del logo un poco grossolana.

Edit. Sul discorso robustezza in effetti hai perfettamente ragione, meglio un base di marca blasonata, magari rinunciando a qualche mm di diametro o a qualche ingrandimento... Oppure c'è una fascia media, magari non oltre i 5-600€ sul nuovo, che permetta di avere robustezza e qualità dignitose?

Autore:  mimmo002 [ 01/09/2018, 20:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: ottiche

si legge di casi in cui armieri hanno venduto ottiche di gran marca (il rappresentante li aveva a loro rifilati) dove si e scoperto il falso solo dopo che sono stati spediti in ditta , e la ditta ha risposto disconoscendole.
in pratica girano falsi perfetti. ma di queste ci sono copie perfette di ottiche che dovreBBero essere ex-militari da sniper II-guerra.
ci sono ottiche che ufficialmente per il modello e per il periodo storico hanno un ingrandimento , e poi invece sono dei falsi costruiti appositamente per partecipare e vincere nelle gare ex-ordinanze (ma ci sono i controlli e spesso li scoprono).

personalmente consiglio:
per il poligono una ottica di media fascia (200....400€) tanto si spara al fermo con giornata bella e si conosce la distanza,
per la caccia specie se imbrunire o all'alba il discorso cambia (anche se io uso le stesse ottiche)

Autore:  Tigre [ 01/09/2018, 22:06 ]
Oggetto del messaggio:  Re: ottiche

Giù ha scritto:
Penso ci sia un certificato di autenticità...

se taroccano un'ottica, dici che non taroccano un certificato?



mimmo002 ha scritto:
personalmente consiglio:
per il poligono una ottica di media fascia (200....400€) tanto si spara al fermo con giornata bella e si conosce la distanza,
per la caccia specie se imbrunire o all'alba il discorso cambia (anche se io uso le stesse ottiche)

non è il discorso delle 200-400€ o 1000 il discorso è quello che c'è dentro che non corrisponde al prezzo che paghi, si presume che piu costa più qualità si ha, "si presume" e poi non è cosi.

Autore:  mimmo002 [ 01/09/2018, 23:13 ]
Oggetto del messaggio:  Re: ottiche

Tigre ha scritto:
Giù ha scritto:
Penso ci sia un certificato di autenticità...

se taroccano un'ottica, dici che non taroccano un certificato?



mimmo002 ha scritto:
personalmente consiglio:
per il poligono una ottica di media fascia (200....400€) tanto si spara al fermo con giornata bella e si conosce la distanza,
per la caccia specie se imbrunire o all'alba il discorso cambia (anche se io uso le stesse ottiche)

non è il discorso delle 200-400€ o 1000 il discorso è quello che c'è dentro che non corrisponde al prezzo che paghi, si presume che piu costa più qualità si ha, "si presume" e poi non è cosi.

Sicuramente eiste un sistema per aver certezza,
Rivenditore ufficiale , e garanzia con matricola da spedire in azienda

Autore:  Claudius [ 02/09/2018, 11:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: ottiche

Ma secondo voi uno che si chiama "Crazy_scope" ti può inviare un'ottica che sul mercato è proposta a migliaia d'euro ad un prezzo che tutt'alpiù può coprire solo il libretto d'istruzioni? Ed infatti si tratta di goffe imitazioni cinesi, come anche testimoniato dai feedback recenti ricevuti dal venditore.

Ma il discorso secondo me vale un approfondimento, ed io pur essendo totalmente digiuno di ottiche di precisione per fucili, ma da decenni appassionato ed ex professionista di fotografia, qualcosa vorrei dirla. Nelle linee dove io quasi da intruso sparo ad avancarica ho visto una grande varietà di ottiche (se le chiami "cannocchiali" quasi si offendono), e sono rimasto colpito dalle loro prestazioni, ho visto e traguardato il bersaglio in ottiche da migliaia d'euro, ed in alcune altre da poche centinaia d'euro, ignoro quali siano gli effetti di questa differenza di qualità e di prezzo sulla precisione del tiro, ma credo comunque ci sia, a partire prima di tutto dalla precisione meccanica e dell'uso di materiali pregiati e senza compromessi, durevole ed affidabile nel tempo.

Poi c'è il discorso che riguarda le lenti, relativi vetri ottici e loro trattamenti, non si tratta di mettere insieme due lenti, una davanti e una dietro ed infine si è realizzato il cannocchiale, bensì di gruppi ottici progettati al meglio per correggere ogni tipo di di aberrazione, analogamente a quel che si fa con gli obiettivi fotografici. Tra i miei obiettivi fotografici posseggo un 21mm f2.8 originale Leitz comprato nuovo venti anni fa, un gioiello di precisione (acciaio, ottone, accoppiamenti con precisione al millesimo), vetri ottici realizzati in proprio con terre rare esclusive, trattamenti antiriflesso anch'essi esclusivi, il che tradotto in parole povere ha significato che all'epoca questo obiettivo venisse posto in vendita al prezzo di quasi 5 milioni di lire, rispetto ai suoi corrispettivi di produzione giapponese, che costavano 10 o 15 volte meno. La differenza sulle foto in genere la si vede, ma è però difficile rendersene conto nella fotografia generale, e soprattutto se il fotografo non è capace di sfruttarne le peculiarità.

Io conosco bene la qualità Zeiss, che è comunque vicina alla Leitz, e quello che ti fanno pagare è proporzionato alla qualità dell'oggetto, in tanti anni non ho mai visto un falso obiettivo, ma anche un binocolo o un cannocchiale, che riportasse impudentemente il marchio tedesco, perchè comunque una qualità superiore in questi casi la riconosci subito.

Ho visto invece obiettivi (è il caso di quelli giapponesi), che spesso hanno imitato progetti ottici tedeschi, realizzando spesso piccoli capolavori, che pur con i loro limiti (in genere costruzioni meccaniche più approssimative, ma comunque affidabili, e scelta dei materiali a favore quasi esclusivo di alluminio), che hanno trovato il favore dei professionisti.

Insomma, il discorso è lungo e complesso, ma era solo per dire che un'ottica di pregio (almeno per i marchi che conosco bene), vale assolutamente il prezzo richiesto, e questo mi sembra che sia valido sia per le ottiche da montare sui fucili, che quelle destinate all'uso fotografico.

Autore:  Rombaball [ 02/09/2018, 17:01 ]
Oggetto del messaggio:  Re: ottiche

Io dico le mie 2 esperienze con Zeiss.

1° esperienza:

Il primo telescopio che ho comprato è stato un Yukon 20-50x50
https://www.amazon.it/Yukon-20-50x50-Ca ... B0002HBORE

L'ho pagato ancora in Lire,
adesso su Ammazzalon lo trovi a €78

Per funzionare funziona,
ma è duro nella messa a fuoco,
non è limpido,
ha un oculare piccolo e si fatica a posizionare l'occhio in maniera ottimale

Io lo uso ancora a 20 ingrandimenti quando tiro con la pistola '22 LR a 25 m.
o anche a 50 m. con l'avancarica (cal'45)

Lo uso ancora perchè è piccolo, pratico, lo butto di quà e di là quasi a volerlo rompere ma lui resiste ed allora va bene così.
(uso max 50 m.)

Però adocchiavo sempre dei cannocchiali di qualità superiore...

Anni fà la Zeiss ha messo in commercio un nuovo cannocchiale Victory 22–65x85 con prestazioni simili al vecchio, in pratica hanno rifatto il design, ma lenti e meccanica praticamente uguali (qualche ingrandimento in più)

Mi sono messo subito a smanettare sul web alla ricerca di qualche "vecchio" Victory 20-60x85 a buon prezzo,
ne ho trovati alcuni a prezzo pieno e dopo un po' ho trovato chi lo vendeva (nuovo) con il 20% di sconto.

Preso : Chessygrin :


Allegato:
P1020489.JPG
P1020489.JPG [ 70.73 KiB | Osservato 1433 volte ]



2° esperienza

Un decina di anni fà, durante una berve vacanza a Livigno, girondolando per i negoz,i ho visto in una vetrina un ZEISS DURALYT 3-12X50 con tubo da 30 mm.
http://www.antoniopotenza.it/ottiche-da ... -tubo-30mm

Il Duralyt è della fascia "economica" della Zeiss, le lenti sono ottime ma la meccanica è molto semplificata, ha solo 3 clik per moa

Il prezzo era molto interessante
(livigno è esentasse, per capirci, a giugno di quest'anno la benzina costava €1,00 )

L'ho cercato sul Web ed ho visto che risparmiavo circa il 25% ...

Preso : Chessygrin :

Questo l'ho montato sul mio kipplauf della Baikal

Ti posso assicurare che, di notte, guardando dentro al Duralyt si vede meglio che ad occhio nudo (ed è quello "economico" della Zeiss)


Con il telescopio invece è una cosa meravigliosa anche a 60x

Insomma tra il telescopio della Zeiss e quello della Yukon c'è la stessa differenza che c'è tra la cacca ed il cacao,
lo giuro.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Esperienza mia di lavoro.

Tu non sai quanti falsi Rolex vedo io,
ma ti posso assicurare che anche lì c'è la differenza,
tanta differenza !


Ciao, Rombaball

Pagina 1 di 10 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
http://www.phpbb.com/