Oggi è 25/09/2018, 9:20



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: cessione avancarica in collezione
MessaggioInviato: 27/03/2018, 18:06 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/10/2010, 18:07
Messaggi: 9487
Località: Ducato di Lucca
Regione: Toscana
fooleydad ha scritto:
la data 1925 ( o 1929) credo sia quella in cui non è indispensabile che nell'arma vi sia il numero di matricola, essendo il banco di prova di gardone istituito proprio nel '25


Anche quello non è sicuro. Alcune lo riportano, altre no.

_________________
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
Immagine

"Scrivo i pipponi perché so le cose" cit. Lungo Fucile detto "il modesto", 26.03.2015.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: cessione avancarica in collezione
MessaggioInviato: 28/03/2018, 14:30 
Non connesso

Iscritto il: 26/03/2018, 14:29
Messaggi: 11
Regione: Friuli
Saluti .Come suggeritomi da Fooleydad stamattina ho chiamato il banco di prova , e la Sig.ra Viviana ( numero diretto 0308919810 ) gentilissima e preparatissima mi ha spiegato tutto . Niente da fare Mori ha torto perchè l'unico organismo in grado di declassificare una arma ad avancarica , replica a un colpo solo da comune a libera vendita e di produrre i documenti necessari è il banco di prova quindi ciccia . Per quanto riguarda la colt navy ad avancarica del tamburo di Uberti è purtroppo arma comune , ma mi hanno detto che stanno cercando di portare anche queste in libera vendita , probabilmente qualcuno sta premendo perchè si vende poco ma le tasse bisogna pagarle comunque .


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: cessione avancarica in collezione
MessaggioInviato: 28/03/2018, 14:32 
Non connesso

Iscritto il: 26/03/2018, 14:29
Messaggi: 11
Regione: Friuli
Qui la procedura :Quali documenti sono necessari per declassificare una replica di arma ad avancarica ?

La documentazione da inviare al Banco Nazionale di Prova – Via Mameli, 23 – 25063 Gardone V.T., affinché l’Ente possa certificare che l’arma ad avancarica monocolpo rientra tra quelle previste dal D.M. n° 362 del 9 agosto 2001 del Ministero dell’Interno, è quella di seguito elencata:

- N° 2 fotografie originali complessive dell’arma che ne mostrano il lato destro ed il lato sinistro;
- Nome della ditta produttrice;
- Nome del modello;
- Numero di matricola;
- Calibro dell’arma;
- Copia della denuncia dell’arma;
- Dati personali del richiedente (recapito, codice fiscale e n° tel);
- Eventuali copie di documentazioni comprovanti il periodo di produzione.

Il costo della dichiarazione è di € 25,00 + spese postali + IVA 22%

Modalità di pagamento: spedizione con raccomandata in contrassegno delle certificazioni.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: cessione avancarica in collezione
MessaggioInviato: 28/03/2018, 14:36 
Non connesso

Iscritto il: 26/03/2018, 14:29
Messaggi: 11
Regione: Friuli
Scusate ma alla fine devo pagare l'iva anche sulle spese postali ? Mah . K.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: cessione avancarica in collezione
MessaggioInviato: 28/03/2018, 15:28 
Non connesso

Iscritto il: 11/01/2015, 23:34
Messaggi: 2100
Regione: Toscana
Forse per le aria compressa è diverso, però quando ho acquistato una Pardini p10 l'ho portata dal produttore per un controllo generale, il tecnico con cui parlavi mi disse che se mi interessava passarla a libera vendita potevano fare tutto loro nel giro di una mattinata previo appuntamento. Il gingillino rientra già ampiamente nei limiti, loro verificano comunque l'energia, punzonano e rilasciano certificazione. Se non ho capito male e/o se non sono cambiate nel frattempo le cisr


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: cessione avancarica in collezione
MessaggioInviato: 28/03/2018, 15:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 10/08/2014, 22:11
Messaggi: 3987
Regione: calabria
Giù ha scritto:
Forse per le aria compressa è diverso, però quando ho acquistato una Pardini p10 l'ho portata dal produttore per un controllo generale, il tecnico con cui parlavi mi disse che se mi interessava passarla a libera vendita potevano fare tutto loro nel giro di una mattinata previo appuntamento. Il gingillino rientra già ampiamente nei limiti, loro verificano comunque l'energia, punzonano e rilasciano certificazione. Se non ho capito male e/o se non sono cambiate nel frattempo le cisr

Perché la azienda ha liberalizzato il modello di pistola da loro prodotta, e se ha ancora le caratteristiche balistiche (la velocita del funghetto) di nascita la timbrano come conforme alla propria già prpdotta

_________________
C'E' IL SOGNO E C'E' LA REALTA'
"i miseri non amano la verità e la conoscenza che li svegli"
-----------------------------------------------------------------
“È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia.
Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio.
Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.”
Vladimir Putin
(e noi Italiani copiamo in tutto gli americani)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Nonostante tutto, orgoglioso di essere italiano
Theme designed by stylerbb.net © 2008 modified by Ike
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]