Oggi è 18/10/2018, 22:40



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Delfino - Antonio Zoli
MessaggioInviato: 07/10/2018, 8:52 
Non connesso

Iscritto il: 15/01/2016, 9:03
Messaggi: 195
Regione: campania
Ho pensato a quanto suggerito dal grande Rombaball riguardo al trattamento della lesione, collante nelle fessure con utilizzo di autoclave che sembrava, anzi sicuramente é ottima soluzione ma per me ostica, troppo da organizzare...troppo tecnica e con attrezzatura da reperire e poi usare cosi impropriamente con tutte le conseguenze che potrebbero derivarne...no, troppo per me!
Dopo aver preparato il calcio come indicatomi, l'ho lasciato perdere qualche giorno, non sapevo decidermi ad iniziare...
Ieri mi é finalmente partito l'embolo e sono partito pure io, ma decisamente, in modo "invasivo": ho preso la pattex saldatutto bicomponente, il trapanino, alcune spine (spiedini cinesi) é l'ho colpito.
Fatti due buchi di sbieco nella fessura ho sagomato gli spiedini, ho miscelato la pattex per come é uscita dai tubetti siringati appaiati (spero sia la proporzione giusta) e li ho inseriti.
Ho morsettato tutto...
Anche due lesioni visibili lateralmente, da fuori, mostrano sbavatura di resina che dimostra esservi penetrata completamente, da dentro.
Stamattina ho tagliato le eccedenze delle "spine" senza togliere lo stringente.
In realtá la resina non si é ancora vetrificata ( : Eeek : possibile?) ma del resto le istruzioni della Pattex dicono che il tempo di asciugatura finale é di 24/48 ore e siamo ancora lontani...

Tra qualche giorno gli azzecco l'altra pinna...Sempre con la Pattex, dopo aver preparato le superfici di contatto...


Allegati:
image.jpg
image.jpg [ 199.11 KiB | Osservato 75 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delfino - Antonio Zoli
MessaggioInviato: 07/10/2018, 21:25 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 17/04/2013, 7:45
Messaggi: 2898
Località: Pavia
Regione: Lombardia
L'epossidica ci mette un po' a polimerizzare,
in genere io la lascio "riposare" >48 h se la temperatura è di 25°
con temperature di 20-22° aspetto 3-4 giorni.

E' molto importante non muovere le 2 parti incollate prima che sia bella dura,
quindi pazzienza, aspetta che è meglio.


Ciao, Rombaball

_________________
“Meglio fare e pentere che starsi e pentirsi”
Decameron, 1349/51 - Giovanni Boccaccio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delfino - Antonio Zoli
MessaggioInviato: 08/10/2018, 7:26 
Non connesso

Iscritto il: 15/01/2016, 9:03
Messaggi: 195
Regione: campania
Tutto rimandato di 48 ore allora... : Thumbup :
Grazie per l'intervento, pensavo di smontare tutto oggi, trascorse giá 48 ore ma tanto non mi corre dietro nessuno!
Ti auguro una buona giornata.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delfino - Antonio Zoli
MessaggioInviato: 08/10/2018, 7:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 14/08/2017, 7:52
Messaggi: 438
Regione: emilia romagna
Devi avere pazienza : Chessygrin : se vuoi restaurare qualsiasi cosa bisogna non avere fretta perché la fretta ti porta o a rovinare tutto o a rifare tutto!! Per esempio questo è il secondo anno che sto restaurando il mio como di fine 800 e non ho ancora finito perché ci vuole tempo e pazienza se vuoi fare un bel lavoro : Chessygrin : : Thumbup :


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delfino - Antonio Zoli
MessaggioInviato: 08/10/2018, 7:38 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 17/04/2013, 7:45
Messaggi: 2898
Località: Pavia
Regione: Lombardia
Artista : Thumbup :

Ciao, Rombaball

_________________
“Meglio fare e pentere che starsi e pentirsi”
Decameron, 1349/51 - Giovanni Boccaccio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delfino - Antonio Zoli
MessaggioInviato: 09/10/2018, 7:21 
Non connesso

Iscritto il: 15/01/2016, 9:03
Messaggi: 195
Regione: campania
Buongiorno, nuova domanda in attesa di riprendere il lavoro: per il trattamento finale del legno, sinora ho usato direttamente l'olio di lino cotto dopo aver trattato con un prodotto tingilegno noce antico ed altra volta l'olio di lino crudo senza tinture. In tutti i casi il risultato finale é stato buono, senza grandi pretese ma buono. Ora vorrei dare una sfumatura rossiccia, come posso fare?
Auguro una buona giornata.


Ultima modifica di giggino64 il 09/10/2018, 22:26, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delfino - Antonio Zoli
MessaggioInviato: 09/10/2018, 9:10 
Non connesso

Iscritto il: 14/06/2018, 0:00
Messaggi: 138
Regione: Piemonte
Ciao giggino, in un paragrafo apposito intilotato "pout-pourry sugli olii" il buon Rombaball ha illustrato in modo decisamente esaustivo il trattamento ed i materiali necessari. : Wink : In ogni caso esiste in commercio un olio simile a quello paglierino, ma con pigmentazione rossa. Vedendolo in bottiglietta, di solito trasparente, ha un colore molto intenso, nella realtà quando lo si stende, il legno prende una lieve colorazione senza alterare troppo le venature del legno. Spero di esserti stato utile : Thumbup :
Ciao Dieguito


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delfino - Antonio Zoli
MessaggioInviato: 09/10/2018, 14:49 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 17/04/2013, 7:45
Messaggi: 2898
Località: Pavia
Regione: Lombardia
Se la sfumatura deve essere rossiccia
(nota bene le 2 parole che usiamo SFUMATURA e ROSSICCIA)
allora quell'olio va bene.

2-3 mani e avrai una "sfumatura rossiccia"


Ciao, Rombaball

_________________
“Meglio fare e pentere che starsi e pentirsi”
Decameron, 1349/51 - Giovanni Boccaccio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delfino - Antonio Zoli
MessaggioInviato: 09/10/2018, 20:15 
Non connesso

Iscritto il: 15/01/2016, 9:03
Messaggi: 195
Regione: campania
Il lavoro prosegue: ho disarmato lo stringente tenuto per 4 giorni.
Ho inserito il corpo della bascula, ho mascherato una parte, quella a contatto con il fondo della centina del calcio perché non fosse toccato dalla resina, ho inserito la "pinna" su cui avevo predisposto alcune scanalature sulle facce della sezione che sarebbe stata incollata, l'ho posizionata ed ho avvitato il vitone del calcio.
La bascula metallica sotto l'azione del vitone ha perfettamente posizionato il calcio mutilato e i vari spezzoni sono andati al loro posto.
La domanda é questa: le sezioni dell'arto mutilato, combaciando e sotto l'azione del vitone e di uno stringente messo per traverso hanno prodotto una marcata sbavatura di resina che sta polimerizzando. Come la tratto? Aspetto che sia consistente e la tiro via? Devo aspettare la completa polimerizzazione e affinarla con raspa/lima/carta? Cosa faccio?


Allegati:
image.jpg
image.jpg [ 193.07 KiB | Osservato 32 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delfino - Antonio Zoli
MessaggioInviato: 09/10/2018, 20:23 
Non connesso

Iscritto il: 15/01/2016, 9:03
Messaggi: 195
Regione: campania
Per quanto poi riguarda l'olio poi, il colore di fondo sarebbe dato dall'olio di lino crudo (o cotto) ovvero il tru oil.
A tale trattamento mi piacerebbe dare una sfumatura rossiccia.
Mi conviene fare un fondo con il tingilegno o posso usare gli olî dei due colori a fasi alterne o come posso fare?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Nonostante tutto, orgoglioso di essere italiano
Theme designed by stylerbb.net © 2008 modified by Ike
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]